La maglia rossoverde della Ternana Marathon Club sfida le vette della Siberia grazie ad Alessandro Samsa

L’atleta ha completato i 110 chilometri della Altai ultra-trail fra laghi, ghiacciai e montagne altissime: “Dopo questa gara non sarai mai più lo stesso”

“Questa sfida ti cambierà. Dopo la gara, non sarai mai più lo stesso!”. Questa la presentazione nel sito internet per la Altai ultra-trail, la prima ultramaratona di montagna nei monti Altai (Siberia) e il più selvaggio di tutti i percorsi in Russia: la città più vicina si trova a 450 km dal punto di partenza, e il percorso non attraversa nessun terreno toccato dalla civiltà.

Una sfida che è stata affrontata da Alessandro Samsa, atleta rossoverde della Ternana Marathon Club. Quella di Alessandro è una delle tante imprese messe a segno, ma sicuramente tra le più dure e affascinanti: 110 km percorsi lontano da tutto e tutti. Per lui 34h 54min. di viaggio, tra lo Start e il Traguardo.

Le gare si svolgono sul territorio del parco naturale di Belukha. Fa parte del sito del patrimonio mondiale intitolato Golden Mountains of Altai. La regione di Altai rappresenta un centro importante e originale di biodiversità delle piante montane e delle specie animali nell’Asia settentrionale, alcune delle quali sono rare ed endemiche. Il monte Belukha (4509 m) è il punto più alto di Altai e di tutta la Siberia, è la montagna sacramentale per il popolo nativo di Altai.

Ai piedi del monte Belukha c’è il lago Akkem. La temperatura dell’acqua non è superiore a 4,5 C, anche a luglio. Questo è uno dei laghi più pittoreschi di Altai, sullo sfondo si vede il ghiacciaio Akkem. La parete di Akkem - alta 1000 metri - sorge dietro il ghiacciaio, è il versante settentrionale della montagna Belukha.

C’è anche la più alta cappella di montagna di tutta la Russia. Si trova sulla collina morenica, più alta del lago Akkem, costruita a un’altitudine di 2200 m. Lungo la strada verso il lago Akkem, lungo l’omonimo fiume, è possibile vedere la cascata di Tekeli alta 60 metri. Anche il lago Kucherla nella valle vicina è fantastico.

In questo paradiso, la maglia rossoverde della Ternana Marathon Club è arrivata grazia ad Alessandro. Due i messaggi inviati ai propri compagni di squadra, tramite il presidente Tommaso Moroni, via WhatsApp: il simpatico saluto di una concorrente in russo alla Ternana Marathon e quello più atteso: la comunicazione di aver completato i 110km e di star bene.   

Potrebbe interessarti

  • L'alcol denaturato e i suoi utilizzi per la pulizia della casa: una guida

I più letti della settimana

  • Terrore nel pieno centro di Terni: feriti un carabiniere e un dominicano

  • Comune di Terni, 126 nuove assunzioni: come fare per partecipare

  • Incidente stradale, tre macchine coinvolte nell'impatto

  • Giovane originario di Montecastrilli a Caduta libera: partita la sfida al nuovo campione

  • Chiede l’elemosina, ma è un incubo per tutti: denunciato per accattonaggio molesto. È la prima volta

  • Incidente stradale, un ferito grave all'ospedale

Torna su
TerniToday è in caricamento