Ternana, settimana determinante per decidere il futuro dei rossoverdi

Al termine della settimana in arrivo si conoscerà la categoria di appartenenza della Ternana

Borderline è stato il termine di nicchia utilizzato durante la duplice conferenza stampa. Sia mister De Canio che Danilo Pagni hanno sottolineato come questa incertezza, dettata dalla categoria di appartenenza, sta limitando e creando difficoltà alla Ternana. Siamo però arrivati al momento decisivo. Come in una volata: i corridori arrivano stanchi ma tirano fuori le ultime energie per aggiudicarsi l’arrivo. Ecco questo potrebbe essere lo status dei tifosi delle Fere. Dopo tante voci, indiscrezioni, graduatorie di ripescaggio, il traguardo è fissato per il 20 luglio. Non si sa ancora l’epilogo e vi spieghiamo perché.

Cesena e Bari in bilico

Ci sono tre società fuori dai parametri Co.Vi.So.C.: Avellino, Bari e Cesena sono state estromesse, seppur temporaneamente, dalla Serie B. C’è tempo fino a domani, ore 18, per poter presentare ricorso e sanare le inadempienze rilevate dalla commissione. Se gli irpini dovrebbero risolvere, dubbi enormi e fari puntati su pugliesi e romagnoli. Un week end caratterizzato da una ridda di voci per i biancorossi. Senza entrare nei dettagli occorrono circa 3 milioni di euro, provvedere alla ricapitalizzazione e soprattutto ottemperare alle scadenze. Altrimenti un ricorso senza documentazione sarà inevitabilmente rigettato. Ancora più delicata la situazione del Cesena che ha presentato una domanda molto incompleta. Domani sera, molto probabilmente se ne saprà di più.

La graduatoria dei ripescaggi

Altro punto interrogativo è rappresentato dalla graduatoria dei ripescaggi. Lo scriviamo al condizionale: la FIGC potrebbe pubblicare la classifica ufficiale, in base ai calcoli effettuati, e far conoscere come stanno realmente le cose. Al momento c’è solo una certezza: Novara e Catania, ufficialmente in testa, non potranno accedere al ripescaggio. La motivazione è dettata dalle penalizzazioni pregresse inflitte all’interno del lasso di tempo indicato nel dispositivo. Ed ecco che Siena e Ternana, appena dietro, si contendono la virtuale prima posizione. Chi la spunterà? Secondo le ultime indiscrezioni i toscani sarebbero in vantaggio di un’inerzia. Tuttavia non è così scontato tale vantaggio e potrebbe anche essere ininfluente se ci sarà duplice vacanza di organico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Consiglio Federale 

Venerdì luglio il Consiglio Federale esaminerà tutti i pareri vincolanti demandati dalla Co.Vi.So.C. Successivamente comunicherà le società le quali non potranno partecipare ai prossimi campionati di appartenenza. Ma non solo: c’è in ballo la richiesta della Lega B di bloccare i ripescaggi in caso di duplice defezione. Difficilmente, anzi è probabilmente da escludere, tale possibilità con la Ternana pronta a saltare in sella e rivedere la cadetteria da vicino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La mappa del contagio, “esplosione” di positivi in due comuni del Ternano

  • Coronavirus, la situazione dei contagi: in ventiquattro ore più positivi a Terni che a Perugia

  • Coronavirus, torna a salire il numero di contagi. La provincia di Terni doppia (quasi) quella di Perugia

  • Ast, la testimonianza di un lavoratore: ecco cosa è successo alla riapertura della fabbrica

  • Coronavirus, Giove verso la zona ‘rossa’. In arrivo l'ordinanza di isolamento: primo comune del ternano

  • Scuola e virus, le ipotesi: nessuna riapertura, esami “soft” e da settembre ancora didattica a distanza

Torna su
TerniToday è in caricamento