A San Valentino va in scena la festa del rugby: cento atleti da tutta l’Umbria

Evento al nuovo impianto della Ternana Rugby con i bimbi di Under 8 e Under 10. Il presidente Ferranti: manifestazione riuscita, grazie ai genitori che ci hanno dato una mano

Splende il sole sopra il nuovo impianto della Ternana Rugby Club. E non solo per le condizioni metereologiche. Infatti l’invasione dei mini rugbysti che ieri, domenica 6 ottobre, hanno partecipato al raggruppamento organizzato dalla neonata società ternana ha riscaldato subito i tanti presenti al campo “San Valentino”.

Oltre 100 tra atleti, accompagnatori e allenatori delle categorie Under 8 e Under 10 di quasi tutte le società umbre; infatti, oltre la Ternana Rugby, sono scese in campo Cus Perugia, Perugia Junior, Città di Castello, Foligno ed Orvietana.

“Come si dice, buona la prima! Sono entusiasta della riuscita dell'evento. Un ringraziamento all’esercito dei genitori che dalle prime ore si è messo in moto per aiutarci, in pieno spirito del rugby”, il commento del presidente Omero Ferranti.

I bimbi si sono impegnati molto - commenta la prestazione sportiva Francesca Agabiti, coach U8 - portando a casa due vittorie e una sconfitta; la giornata di oggi è un buon punto di partenza per la stagione. Un plauso particolare ai nuovi arrivati Francesco, Damiano e Matilde”. Segue Jacopo Borghetti, coach U10: “Abbiamo iniziato il rodaggio con una partenza non troppo entusiasmante. Dal punto di vista attitudinale, abbiamo espresso il nostro potenziale a sprazzi ma a questo punto della stagione ancora è concesso. Il gruppo sta crescendo, anche numericamente con altri due esordi. Sono molto fiducioso sul proseguimento dell’anno”.

Gli U12 hanno invece partecipato al torneo capitolino organizzato dall’Appia Rugby con coach Marco Diamanti: “Usciamo da questa trasferta a testa alta con una delle migliori difese del torneo. Purtroppo un po’ di sfortuna e poco cinismo non ci hanno permesso di arrivare più in alto in classifica, ma i ragazzi hanno dimostrato voglia di combattere usando la pressione difensiva come arma, placcaggi arrembanti e buona attitudine sull’uno contro uno. Un grande gruppo che ancora deve migliorare dal punto di vista dell’organizzazione ma che sicuramente ha dimostrato di avere un grande potenziale”.

Anche la Seniores, con la franchigia Reathyrus, è scesa in campo a Civita Castellana per un test match. “Abbiamo verificato il nostro livello di preparazione fisica e messo a punto alcune giocate. Stiamo lavorando bene ed il gruppo è unito più che mai: la strada è quella giusta”, l’opinione di Iacopo Canulli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale, schianto con la moto: muore il maestro Francesco Falcioni

  • Le Iene arrivano in un’azienda ternana, ecco cosa è successo

  • Incidente stradale, uomo estratto dalle lamiere dopo impatto a tre

  • Incidente stradale, uomo estratto dalle lamiere: è in gravi condizioni

  • Alcantara, sessanta dipendenti a rischio mancata riconferma: “Seriamente preoccupati”

  • Intossicati dai funghi velenosi, muore dopo una settimana di agonia

Torna su
TerniToday è in caricamento