Mafia, politica e Chiesa: torna Suburra. E c’è anche un po’ di Terni

Anche la seconda serie della fiction Netflix è scritta dalla ternana Barbara Petronio. La messa in onda dal 22 febbraio | IL TEASER

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Venerdì 22 febbraio 2019. È questa la data prevista per la messa in onda della seconda serie di Suburra, crime thriller italiano che sarà programmato su Netflix.

Nel cast tornano tutti i personaggi - con i loro attori ad interpretarli - della prima stagione: Alessandro Borghi tornerà a vestire i panni di Aureliano e Claudia Gerini quelli di Sara Monaschi. Tornano Giacomo Ferrara come Spadino, Francesco Acquaroli come il Samurai, Filippo Nigro come Amedeo Cinaglia e Eduardo Valdarnini come Lele.

Tra gli autori della fiction c’è anche la ternana Barbara Petronio, vincitrice del David di Donatello per la migliore sceneggiatura originale nel 2017 per Indivisibili, e che nel suo curriculum vanta altre fiction di grandissimo successo come Romanzo criminale.

La seconda stagione della serie - prodotta da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction e tratta dall’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini - è ambientata, a livello temporale, solo tre mesi dopo la fine della prima e vedrà le nuove puntate incentrate sulle elezioni comunali nella capitale. La fiction racconterà in 8 episodi la battaglia fra politica, Chiesa e criminalità organizzata per il controllo della città eterna.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Video

    La 1000 Miglia torna a Terni:"Lo sport fondamentale per la ripresa del nostro tessuto sociale"

  • Video

    Stefano de Majo incontra Leonard Cohen e regala emozioni, ecco "Il dono del silenzio"

  • Video

    “Conto sulla passionaccia dei ternani, perché questa manifestazione merita pubblico”

  • Video

    Presidio del comitato 'No Inc' sotto Palazzo Spada:"Sull'Umbria rischio ricaduta dei danni fatti nella capitale"

Torna su
TerniToday è in caricamento