Nerone Claudio Druso, il condottiero che doveva diventare imperatore

Un viaggio nella figura storica del Germanico in occasione dal bimillenario della sua morte

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Nerone Claudio Druso Germanico muore a 34 anni, il 10 ottobre del 19 d.C., al culmine della carriera politica e all’apice della popolarità. Per le sue capacità militari e diplomatiche egli divenne una tra le più apprezzate figure della società romana dell’epoca. Destinato a succedere al trono alla morte dello zio naturale e padre adottivo, Tiberio, la sua scomparsa prematura gettò l’Impero romano in un momento di profondo cordoglio e numerose statue vennero erette in suo onore. La statua loricata in bronzo, rinvenuta nel 1963 ad Amelia, rappresenta oggi una rara testimonianza della gloria di questo personaggio.

Potrebbe Interessarti

  • Nuove frontiere per l'autismo, parte il progetto OpenFarmS

  • E gli studenti diventano “sentinelle” dell’ambiente

Torna su
TerniToday è in caricamento