Amministrative 2019 Speciale Stroncone, Malvetani: "Mettere insieme le forze per risollevare il nostro bellissimo territorio" 

Il progetto civico della lista Stroncone riparte è appoggiato da Forza Italia e Lega

Candidato sindaco: Giuseppe Malvetani

Lista: Stroncone riparte 

Candidati consiglieri: Annalisa Spezzi, Giorgia Brunetti, Marco Cecchini, Emanuela Ciorba, Luciano Di Loreto, Alessandro Liorni, Sabrina Polletta, Mirko Presciuttini, Massimo Quintili, Riccardo Sabatini, Alessio Troiani, Alessandro Ubaldi

Quali sono le motivazioni principali che l’hanno spinta a scendere in campo?

Come ho avuto modo di dire in apertura di campagna elettorale, ho deciso di raccogliere questa sfida dietro l’invito arrivatomi da tanti amici e concittadini. L’ho fatto nella speranza di poter mettere a disposizione del mio paese l’esperienza e le conoscenze maturate in oltre dieci anni di vita pubblica quale amministratore di Società, Enti ed Associazioni di categoria. La spinta, poi, di due importanti partiti quali la Lega e Forza Italia, che hanno sposato il nostro progetto civico, ha completato il quadro. Alcuni miei avversari in campagna elettorale, riferendosi alla vicinanza dimostrataci dalla politica ed alle personali, ottime relazioni che ho l’onore di avere con altri Enti ed Istituzioni, hanno più volte detto che non hanno bisogno di nessuno, che stanno bene da soli. Ecco, io invece, ben consapevole della situazione di totale stasi in cui versa il nostro territorio, sono convinto che non solo non si possa stare da soli, ma che invece ci sia bisogno di tutti per ripartire. Il Sindaco ha bisogno della sua squadra, la squadra ha bisogno del sostegno e del confronto con i cittadini e tutti insieme abbiamo bisogno della politica, con cui non si può fare a meno di rapportarsi, degli Enti, delle altre Istituzioni, delle Associazioni, di tutti insomma. Perché solamente mettendo insieme le forze si può risollevare il nostro bellissimo territorio. 

Il passo successivo alle elezioni: quali sono gli interventi più urgenti e su cosa lavorare in prospettiva?

Le cose da fare sono davvero tante. Il centro storico ha bisogno di una maggiore e migliore manutenzione delle vie, dell’illuminazione, che va anche potenziata, e di numerosi altri interventi di cui abbiamo preso nota in campagna elettorale. Le frazioni, così importanti per il territorio e così bisognose di numerosi ed importanti interventi, dopo le elezioni vengono spesso dimenticate, soprattutto da quelle liste che hanno, o pensano di avere, il maggior consenso in altre zone. Noi, già partendo dal simbolo della lista, abbiamo voluto mettere al centro l’intero territorio comunale e ci impegneremo a non lasciare indietro nessuna zona, perché tutte sono ugualmente importanti.

Va rilanciato il turismo che può diventare una importante risorsa, partendo dai Prati ma anche nel centro storico e nelle frazioni, per consentire una maggior permanenza dei visitatori nel nostro territorio. Va incentivato il ritorno di investimenti imprenditoriali, dopo che l’attuale amministrazione si era detta addirittura contraria all’inserimento di Stroncone nell’Area di Crisi Complessa Terni-Narni, per la quale il Governo ha stanziato diverse decine di milioni. Certo, andranno incentivati ed incoraggiati gli investimenti in imprese ecosostenibili (non inquinanti). Per intenderci, non attività tipo l’impianto per il biometano, previsto a Vascigliano, di cui tanto si parla in questi giorni. Noi, lo ribadiamo, siamo assolutamente contrari. Il territorio di Vascigliano ha già dato molto da un punto di vista ambientale.  Iniziative di questo tipo, oltre a compromettere seriamente la qualità della vita dei cittadini, sono del tutto incompatibili con il rilancio del turismo cui accennavo sopra. 

Vanno rimessi, inoltre, in funzione gli impianti sportivi presenti sul territorio che ormai da anni sono in stato di completo abbandono, costringendo i nostri giovani a doversi spostare a Terni per praticare sport. Per un Comune come Stroncone di cinquemila abitanti, credo sia una vergogna, visto che ci sono Comuni molto più piccoli che hanno campo di calcio, campi polifunzionali, piscina, ecc. 
Vanno migliorati ed implementati i servizi per gli anziani e per le persone con problemi motori e/o di autosufficienza. Così come vanno potenziati i servizi ricreativi per i giovani e per i meno giovani.

La squadra: come ha scelto i candidati e quali sono i punto di forza del gruppo?

Mettere insieme la squadra non è stato facile. Fortunatamente, a differenza di altre liste che hanno un po’ faticato a reperire candidati, ci siamo trovati nella condizione di avere più nomi che posti. Il bello è che anche chi oggi non è in lista, è rimasto vicino al progetto ed ha dato fattivamente una grande mano in campagna elettorale. Segno, credo, che si sia percepita la bontà e le potenzialità del progetto. In lista abbiamo persone di differenti età, perché serve la freschezza dei giovani ma anche l’esperienza di chi ha qualche anno in più. Troviamo quattro donne su dodici candidati, pur non essendo previste per legge quote rosa, perché riteniamo che il loro apporto sia fondamentale. Troviamo differenti professioni ed esperienze lavorative, troviamo persone che hanno avuto ed anno esperienze in Associazioni ed Enti vari, come, a titolo di esempio, la Protezione Civile o la Pro Loco. Insomma, credo sia davvero un gruppo ben assortito, in cui ognuno potrà dare il suo contributo ma, soprattutto, regna un grande feeling nella squadra, cosa che potrà garantire un’azione di governo coesa ed efficiente.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia della follia: uccide moglie e figlia e poi si suicida

  • Maltempo su Terni e provincia, allagamenti e disagi: ragazza al sicuro prima dell'arrivo della piena

  • Il sindaco Latini chiama a casa dei ternani: “Il comune ha attivato un nuovo servizio”

  • L’acciaio, la città operaia e il trionfo della Lega: il “caso” Terni fa il giro d’Europa

  • Incidenti stradali, a Terni il triste primato delle strade più pericolose dell’Umbria: ecco quali sono

  • Trova a terra un portafoglio con 800 euro e lo restituisce al proprietario, protagonista della buona azione Francesco Ferranti

Torna su
TerniToday è in caricamento