Amministrative 2019, a San Gemini si parla di “Sviluppo del territorio e sistema integrato”

Al seminario organizzato da Alexander Borrelli è intervenuto Luciano Clementella, candidato sindaco di “CambiAMO San Gemini” oltre a Nicola Papi di Sviluppumbria, Giorgio Armillei del Comune di Terni e Giuseppe Croce, docente dell’Università La Sapienza

Sabato mattina presso la sala degli affreschi dell’Albergo Duomo a San Gemini si è tenuto un seminario, aperto a tutta la città, dal titolo “Sviluppo del territorio e sistema integrato” quale metodo per affrontare e risolvere i temi centrali di San Gemini, come comunità locale.

“L’obiettivo del seminario - spiega Alexander Borrelli, promotore e moderatore dello stesso - è stato quello di fornire un'analisi costruttiva delle criticità protagoniste della comunità sangeminese, comparando esempi virtuosi di altre città italiane, e al contempo un invito all’ascolto di possibili scenari risolutivi, conseguiti dagli studi e dalle esperienze in campo dai relatori invitati”.

Ad aprire i lavori è stato Luciano Clementella, candidato sindaco per la lista “CambiAMO San Gemini”. Hanno presentato il proprio contributo Nicola Papi, di SviluppUmbria, Giorgio Armillei, del Comune di Terni - direzione welfare e Giuseppe Croce, dell’Università La Sapienza - economia. Papi, essendo anche sangeminese, ha offerto una preziosa ricostruzione storica delle radici economiche del paese, individuando poi le cause determinanti l’assetto attuale e suggerendo preziosi spunti di sviluppo ed investimento per una crescita futura. Armillei, legandosi al quadro offerto da Papi, ha ricucito la situazione sangeminese a quella simile di molte altre comunità locali, osservando che in tutte queste emerge un disallineamento tra i livelli di governo, i confini amministrativi, ed i fenomeni economici: i confini amministrativi non seguono, infatti, i fenomeni reali.

La sfida, quindi, è quella di costituirsi sistema integrato, uscire dai confini amministrativi, guardando prima ai comuni vicini, fino a scala sempre più ampia. Croce ha spiegato questo fenomeno delle comunità locali, microlocalistico ed il bisogno di una scala diversa, quella dei sistemi urbani integrati, indagando dal punto di vista economico le premesse e le conseguenze.

Sono fortemente soddisfatto del seminario - conclude Borrelli - perché ha arricchito ciascun partecipante, confermando l’importanza dell’apertura e dell’ascolto verso scenari ed approcci metodologici nuovi. Ringrazio i relatori intervenuti per la preziosa partecipazione, augurandomi che sia solo il primo seminario di una lunga serie in cui beneficiare ancora del loro contributo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

Torna su
TerniToday è in caricamento