“Ambiente, diritti e cultura”, Esserci per Stroncone lancia la sfida alle urne del 26 maggio

Presentata la lista che sostiene la candidatura a sindaco di Elisabetta Corbucci. “Un progetto nuovo, senza il mito dell’uomo solo al comando”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TerniToday

La lista “Esserci per Stroncone. Ambiente, diritti, cultura” ha aperto la campagna elettorale in vista del voto del 26 maggio.

Un progetto nuovo, una squadra che si muove con coerenza essendo animata da molteplici voci, energie spontanee impegnate con determinazione a cambiare il corso delle cose. Un progetto di ampio respiro – dicono dalla lista - contro ogni tendenza all’isolamento e ogni istigazione alla paura. Un terreno fertile per far germogliare gli slanci di tanti giovani che vogliono costruire il proprio futuro, senza personalismi, senza il mito dell’uomo solo al comando, con spirito di comunità; lo stesso spirito che deve tronare a permeare l’azione amministrativa di Stroncone”.

Alla carica di sindaco concorre Elisabetta Corbucci, classe 1963, che ci prova per la seconda volta. In lista ci sono poi Simona Bartolucci, Valentina Bruciapaglia Cipiccia, Elena Costanzi, Francesco Ferracci, Francesco Giacomini, Giovanni Giusti, Omero Onori, Edoardo Orofino, Stefano Petriachi.

A Francesco Ferracci è andato il compito di illustrare un “programma ambizioso”, che guarda ai grandi temi ambientali, dello sviluppo sostenibile e della valorizzazione della cultura e delle risorse locali come “unico volano possibile per la crescita di Stroncone e per l’uscita del territorio da un atavico quanto insostenibile isolamento”. La candidata a sindaco ha invece voluto sottolineare “l’energia che anima tutto il gruppo, che con i suoi valori rappresenta il meglio delle forze riformiste, progressiste e democratiche”. E poi il “valore dell’Europa”, presente anche nel simbolo, “perché nessuno, soprattutto in un piccolo Comune, può dirsi autosufficiente rispetto alle risorse e agli ideali di un’Europa forte e democratica. Stroncone – ha detto Corbucci - deve guardare all’Europa e l’Europa deve essere al fianco dei piccoli comuni per garantire infrastrutture, servizi e progetti di sviluppo”. Questo il senso della presenza alla presentazione della candidata alle europee Camilla Laureti, candidata nella fila del Partito democratico.

Queste le priorità del programma: la costruzione di un nuovo paradigma per Vascigliano; il protagonismo delle frazioni; l’impegno a garantire la possibilità a tutti i cittadini di Stroncone, a partire dai giovani e dagli abitanti delle frazioni, di praticare sport all’interno del territorio comunale; il recupero dei centri storici con particolare attenzione ai problemi di quanti hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni in seguito al terremoto; un progetto innovativo e sostenibile per i Prati perché torni ad essere polmone verde della conca ternana e traino di un turismo di qualità e perfettamente integrato con il “leitmotiv” ambientalista; l’attenzione al diritto dei cittadini a servizi efficienti, diffusi, universali. Il riconoscimento per ogni cittadino del diritto alla felicità.

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento