Amministrative 2021

Amministrative 2021, adesso si fa sul serio: sei comuni del Ternano al voto, tutte le sfide delle urne

Mancano poche ore per la presentazione delle liste: ad Amelia è corsa a tre, sinistra contro sinistra ad Avigliano e Montecastrilli. Ecco la situazione

Sei comuni, tredici candidati sindaco (salvo sorprese) e una pattuglia di aspiranti consiglieri comunali: scade domani a mezzogiorno il termine ultimo per la presentazione delle liste in vista dell’appuntamento con le elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre prossimi.

Dodici in tutto i consigli comunali umbri che verranno rinnovati con il voto, sei dei quali in provincia di Terni. Si tratta di un appuntamento che, nel Perugino coinvolge alcuni importanti municipi come Città di Castello, Assisi e Spoleto, che non va alle urne per la scadenza naturale della legislatura ma per il commissariamento dell’amministrazione.

Nel Ternano, il comune più grande è quello di Amelia (poco meno di 12mila abitanti) ma si vota anche a Montecastrilli, Avigliano Umbro, Otricoli, Parrano e Castel Giorgio.

E se nel Perugino il tratto politico distintivo di questa tornata amministrativa è la spaccatura che ha toccato – quasi ovunque – il centrodestra con Lega e Fratelli d’Italia che hanno presentato (ad esempio a Castello) candidati diversi, nel Ternano la situazione è ribaltata: è il centrosinistra a presentarsi diviso. Quasi come l’appuntamento delle Amministrative fosse una prosecuzione del congresso Pd. Una ulteriore occasione per contarsi e regolare conti, posizioni, equilibri sempre piuttosto tormentosi.

Stella polare della “frattura” è Amelia. Forza Italia, Carroccio e Fd’I hanno trovato la quadra nel sostegno alla candidatura bis del sindaco uscente, Laura Pernazza. A sinistra le cose sono invece andate in modo piuttosto diverso. Tra fughe in avanti e passi indietro, alle urne il centrosinistra si presenterà con due candidati: Piero Bernardini, segretario comunale dem, che ha con sé l’appoggio di Italia Viva, Azione, Centristi per l’Europa, Amelia civica e Amelia 2030 e Pompeo Petrarca, che è invece sostenuto dalle segreterie provinciali e regionali dei Democratici – oltre che dal segretario nazionale Enrico Letta – dal Movimento 5 Stelle (rappresentato da una pattuglia di cinque candidati nella lista Amelia bene comune), Rete resistente ma non – almeno ufficialmente – da altre forze della sinistra.
Pur mancando ancora l’ufficialità delle liste, qualche nome di peso già circola: con Petrarca ci sarebbe Maria Grazia Gunnellini, ex primario di medicina di Narni e Amelia, oltre ai pentastellati Gianfranco Chieruzzi, Romano Banella, Marco Monzi, Marco Piciucchi e Maria Elisa Perotti. Con Pernazza, fra gli altri ci sarebbero Dino Scaia, direttore del reparto di ortopedia dell’ospedale di Narni, Alberto Rini oltre agli uscenti Leonardo Pimpinelli (presidente del consiglio comunale), Antonella Sensini (assessore al bilancio) e Avio Proietti Scorsoni (assessore ai lavori pubblici).

Situazione particolare anche a Montecastrilli. Ai nastri di partenza c’è Benedetta Baiocco, vicesindaco e assessore alla cultura uscente che, annunciando la sua candidatura, ha sottolineato la necessità di “cambiare molto dell’operato precedente e non ripetere gli errori commessi” e Riccardo Aquilini. Anche lui ex assessore nella giunta dell’attuale sindaco Fabio Angelucci, un paio di anni fa “scese” dall’esecutivo sbattendo la porta e accusando i “burattinai” del Pd di “manovrare” la politica locale. Su Baiocco dovrebbero concentrarsi i voti del centrosinistra mentre Aquilini potrebbe far convergere su di sé i favori del centrodestra, almeno quello più “moderato”. In corsa anche Carlo Mancini, ex dem.

Sfida a due anche ad Avigliano Umbro. E qui, se possibile, la situazione è ancora più complessa. A sfidarsi saranno infatti il sindaco uscente, Luciano Conti, in quota centrosinistra, ed il suo attuale vice, Roberto Pacifici. Eletti entrambi cinque anni fa nella lista civica Avigliano Umbro insieme, si troveranno ora ad affrontare questo ultimo mese di campagna elettorale da separati in casa.

Due candidati anche ad Otricoli. A sfidarsi saranno il primo cittadino uscente, Antonio Liberati – che incassa l’appoggio del centrodestra – e Luca Papi, a capo della lista Nuova Otricoli.

Spostando la lente verso l’Orvietano, a Parrano è sicura la corsa del sindaco uscente di centrosinistra, Valentino Filippetti. Possibile che la sua sia una gara solitaria ma non è escluso che a tentare di mettergli i bastoni fra le ruote ci provi Achille Piovanello, già sindaco dal 1995 al 1997 e dal 1997 al 2002.

Anche a Castel Giorgio tenterà il bis Andrea Garbini, primo cittadino nella legislatura che si sta per concludere ed eletto nella coalizione di centrodestra. Il centrosinistra potrebbe tentare la “scalata” al municipio con una lista unitaria a sostegno della candidatura di Vincenzo Batella.

   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative 2021, adesso si fa sul serio: sei comuni del Ternano al voto, tutte le sfide delle urne

TerniToday è in caricamento