Amministrative 2021 Avigliano Umbro

Avigliano al voto, Roberto Pacifici: “Turismo, ambiente, sociale e urbanistica”

Il vicesindaco pronto a sfidare Conti: “Opere portate avanti, ma resta ancora molto da fare, anche per i servizi offerti alla popolazione anziana”

Vicesindaco contro sindaco. Una sfida nella sfida quella che vede protagonisti ad Avigliano Roberto Pacifici, vicesindaco, e Luciano Conti, primo cittadino. Sono loro due gli sfidanti per la prossima fascia tricolore. 

Come lascia il Comune l’attuale amministrazione? 

Dobbiamo innanzitutto dire che questa amministrazione ha avuto in eredità dalla precedente amministrazione opere avviate per circa 1,5 milioni di euro. Una condizione economico finanziaria eccellente ed una macchina amministrativa funzionante. Sicuramente con questa condizione sono state fatte cose ma ancora c'è tanto da fare in diversi settori, come quello di una maggiore attenzione alla manutenzione ordinaria del territorio comunale, della riorganizzazione della macchina amministrativa, del completamento di alcune opere pubbliche.

Quali sono le priorità nel caso fosse eletto? 

In un paese come Avigliano Umbro le tematiche da affrontare sono tante: sceglierne una sarebbe fare un torto a quelle che rimarrebbero inevase. Vorrei quindi rassicurare tutti i cittadini sul fatto che non rimarranno da soli nell’affrontare i loro problemi, ma che avranno a disposizione un’amministrazione su cui contare, pronta ad assisterli per dare una mano concreta. Nello specifico, vorrei comunque mettere mano alla macchina organizzativa del Comune dove abbiamo comunque ottima professionalità. Nel nostro programma elemento qualificante è il centro diurno per anziani che rappresenta una attenzione ad una fascia di popolazione molta vasta. Altra questione importante oltre al completamento delle opere programmate attenzione alla manutenzione delle infrastrutture dove necessitano interventi importanti.

Perché i cittadini dovrebbero scegliere lei?

L'esperienza fatta in questi cinque anni nel ruolo di vicesindaco mi ha sicuramente arricchito, mi ha fatto conoscere tante persone con cui ho parlato e condiviso idee di sviluppo e crescita per questo territorio. Ho sempre cercato di mettermi a disposizione dei cittadini perché ritengo che l'efficienza di un ente si misuri dalla qualità del servizio che si offre, e penso che da questo punto di vista possiamo migliorare. Perché io ed il mio gruppo, che ritengo essere composto da persone con competenze e professionalità specifiche, abbiamo un'idea nuova di comunità: abbiamo pensato di tradurre il nostro programma in quattro macro-aree che sono Turismo e Cultura, Benessere e Sociale, Transizione Ecologica e Ambiente e Urbanistica. Per noi questo progetto mette in sinergia fra di loro tutte le realtà la del nostro territorio. Non si può pensare ad un aumento della ricchezza in generale mentre altre persone rimangono indietro. Puntiamo quindi, per quanto possibile, ad una riduzione delle diseguaglianze ed alla salvaguardia dell’ambiente . Tutte le realtà e tutte le persone del nostro territorio debbono essere coinvolte. Questo è un progetto ambizioso ed importante e mettere al centro dell'interesse comune il benessere della persona. Per queste cose ritengo che i cittadini dovrebbero eleggermi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avigliano al voto, Roberto Pacifici: “Turismo, ambiente, sociale e urbanistica”

TerniToday è in caricamento