rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Animali

Gatto persiano: carattere e curiosità di un felino regale e affettuoso

Il gatto persiano è uno dei felini più riconoscibili per il suo aspetto regale ed elegante: scopriamone le caratteristiche e come prendersene cura

Adatto a vivere in casa, il gatto persiano è un compagno di giochi ideale per i bambini e nello stesso tempo è in grado di adattarsi serenamente a tutti gli ambienti grazie al carattere affettuoso e coccolone.

Tra le prime razze ad essere selezionate, il persiano è una delle più amate per il suo portamento elegante e aristocratico. Avete voglia di accoglierne in casa uno? Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla razza per occuparsene al meglio.

Le 3 razze di gatti più costose al mondo 

Le origini del gatto persiano

Aspetto regale e sornione: le caratteristiche fisiche del gatto persiano

Dolce e affettuoso: il carattere del gatto persiano

Un’attenta alimentazione per il gatto persiano

Prendersi cura del mantello

Le origini del gatto persiano

Arrivato in Europa nel XVII secolo, in poco tempo il gatto persiano ha conquistato Buckingham Palace e il cuore della regina Vittoria che se ne prendeva cura personalmente. Giunto nel vecchio continente attraverso carovane di mercanti, in realtà la sua origine va ricercata in Persia e nasce dalla selezione del gatto d’angora con una razza proveniente dall’Iran, appunto l’antica Persia che gli ha dato il nome.

Aspetto regale e sornione: le caratteristiche fisiche del gatto persiano

Il gatto persiano si contraddistingue per un aspetto regale, ma allo stesso tempo sornione e soprattutto per il suo morbido e folto pelo, ma in realtà non è stato sempre così. Inizialmente il caratteristico muso schiacciato era lungo, poi a seguito delle numerose selezioni il naso è diventato piccolo con narici larghe. La testa si contraddistingue per una forma sferica con guance piene e occhi tondi di colore verde, blu, arancione o differenti tra loro detti impari (solitamente sono uno blu e uno arancione). La corporatura massiccia con zampe corte e rotonde va di pari passo con il peso che può arrivare fino a 7 kg nel caso dei maschi, mentre le femmine non superano i 4 kg.

Ma la vera caratteristica del gatto persiano è il manto lungo: può arrivare fino a 20 cm, a cui si affianca la variante a pelo corto che viene chiamata Exotic Shorthair. Se il pelo è un tratto distintivo, anche il colore non è da meno, tanto che la Fédération Internationale Féline (FIFE) ha classificato 3 gruppi:

  • Uniforme: non ha striature e solitamente il manto è bianco, nero, blu, chocolate, liliac, rosso e crema, il colore degli occhi è rame tranne per quello bianco che ha pupille color rame, blu o impari.
  • Gatto persiano chinchilla: questa razza si suddivide in chinchilla silver con la base del mantello bianco-argento e gli occhi verdi, e il chinchilla golden con la base del pelo color crema, sfumature dorate e gli occhi contornati di marrone
  • Gatto persiano smoke: il pelo è colorato solo per metà e gli occhi sono sempre di color arancio

Il gatto persiano, poi, è caratterizzato anche da un pelo di differenti tonalità:

  • Parti-color: i colori sono mixati tra di loro e possono essere nero, blu, chocolate, lilac, mentre gli occhi sono arancioni
  • Colorpoint: il colore è più intenso nelle aree dove la temperatura è più bassa ovvero sul muso, sulle orecchie, sulla coda, sulle zampe mentre il resto del corpo è chiaro, dal bianco al beige, e gli occhi sono blu
  • Bicolor: il mantello bicolore è formato da una parte bianca e da un colore uniforme ovvero nero, blu, cioccolato, lilla, rosso e crema, presente su dorso, testa, muso, collo, coda e zampe del gatto
  • Arlecchino: il colore uniforme è distribuito su 1/3 del corpo e il bianco su 2/3 del mantello
  • Van: le macchie solo presenti sulla coda e sulla testa e gli occhi sono di color arancio

Dolce e affettuoso: il carattere del gatto persiano

Come molti gatti, il persiano è pigro e ama i sonnellini, ma ha un carattere affettuoso, tanto che riesce a vivere bene sia in un ambiente in cui ci sono i suoi simili, sia da solo.

Meno agile rispetto ad altre razze, non ama arrampicarsi o stare all’esterno, predilige la vita in casa ricoperto da coccole e instaura un legame profondo con la persona che si prende cura di lui. In generale si affeziona a tutti i membri della famiglia e se stimolato ama giocare.

Un’attenta alimentazione per il gatto persiano

Nato da una serie di selezioni, queste hanno avuto ripercussioni sull’alimentazione che ne ha risentito in modo particolare, visto che deve essere molto curata, con un cibo sano e di qualità. È importante conferirgli un’alimentazione varia ed equilibrata priva di pasta, pane e latte.

Prendersi cura del mantello

Il manto del gatto persiano è particolare, ma nello stesso tempo è importante prendersene cura spazzolandolo tutti i giorni, perché perde peli in grande quantità tanto che spesso è soggetto a occlusioni intestinali a causa dei boli. Inoltre, deve essere lavato periodicamente perché potrebbero formarsi dei nodi. Anche per quanto riguarda gli occhi, bisogna prestare una grande cura perché tendono a lacrimare, ma grazie al carattere tranquillo questa razza è predisposta a farsi maneggiare senza problemi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatto persiano: carattere e curiosità di un felino regale e affettuoso

TerniToday è in caricamento