Attualità Centro

Mobilità sostenibile, il Comune accelera: 13mila euro per bus a idrogeno e fondi per auto elettriche

Palazzo Spada delibera l’acquisto di mezzi pubblici grazie a finanziamenti ministeriali. Salvati: “Altro passo in avanti verso le politiche green sul trasporto”

Dopo il progetto Hydra, sviluppato con Ast e Busitalia, il Comune di Terni compie un nuovo passo avanti lungo la strada della mobilità sostenibile. Con due diverse delibere infatti la giunta del sindaco Latini ha approvato sia l’acquisto di autobus a idrogeno per il servizio pubblico, sia lo stanziamento di ulteriori fondi per chi acquista auto elettriche. L’obiettivo è di proseguire lungo la strada della transizione ecologica e della mobilità sostenibile. Le due delibere sono state proposte da Benedetta Salvati, vicesindaco e assessore all’ambiente. Con la prima si definisce l’utilizzo dei 13.360.302 euro del finanziamento ministeriale assegnato a Terni per l'acquisto di mezzi a basso impatto ambientale per la riduzione di inquinanti, come le polveri sottili di tipo PM10 e il biossido di azoto. Soldi che il Comune impegnerà per acquistare autobus alimentati a idrogeno, nel periodo tra il 2024 e il 2033. Procedura che sarà definita in una convenzione con il gestore del trasporto pubblico locale, con i mezzi che resteranno di proprietà comunale. 

“Questa scelta – spiega la Salvati in una nota – si ricollega direttamente al progetto Hydra, che ha visto il Comune di Terni destinatario di un finanziamento di 6 milioni e 733 mila euro per sostituire autobus urbani con nuovi mezzi a basso inquinamento, compresi quelli elettrici ad idrogeno, attraverso la collaborazione con Ast, BusItalia. Quel finanziamento ci sonsentirà di utilizzare la produzione d’idrogeno di Ast e di realizzare le infrastrutture per la distribuzione. Il secondo finanziamento, quello più recente, sarà destinato interamente alla acquisizione dei bus pubblici a idrogeno. Con un investimento complessivo che si aggira dunque sui 20 milioni di euro, grazie ai finanziamenti ottenuti, stiamo dunque ponendo le basi concrete per il futuro di Terni”. 

La giunta ha anche deliberato lo stanziamento di 347.000 euro per la riapertura del bando pubblico per un contributo economico ai residenti di Terni e Narni, per l’acquisto di auto elettriche o ibride. L’acquisto dovrà avvenire con la rottamazione di veicoli di categoria M1 (per trasporto persone) a benzina o diesel da Euro 0 a Euro 4 compreso. Il contributo, come lo scorso anno, è stato previsto in quattromila euro per l’acquisto di veicoli elettrici, tremila per l’acquisto di veicoli ibridi elettrici benzina (plug-in o full hybrid).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile, il Comune accelera: 13mila euro per bus a idrogeno e fondi per auto elettriche

TerniToday è in caricamento