menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrivano i Centri Educativi Territoriali, nuove possibilità contro le povertà educative

I CET promuoveranno incontri e laboratori e saranno delle vere e proprie "bussole" per orientare le famiglie ai servizi e alle attività del territorio

Due nuovi spazi dedicati ai bambini e alle loro famiglie, due punti di riferimento non solo per svolgere attività educative e ludiche, ma anche per conoscere i servizi del territorio. Sono questo e molto altri i Centri Educativi territoriali, aperti anche a Terni nell’ambito del progetto regionale Edu-sostenibile, finanziato dalla Fondazione Con I Bambini attraverso il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile e che vede come capofila il Consorzio ABN.

I CET, a Terni, sono promossi dalle Cooperative sociali ACTL ed Helios: il 10 maggio si è svolta l’inaugurazione del primo centro, che ha trovato posto presso il nido Childern Enjoy in via Farini. Giovedì 16 maggio, invece, aprirà ufficialmente il secondo CET, presso la .

Con questi due spazi si avvia un servizio innovativo, a disposizione di bambini fino a 6 anni e delle loro famiglie, pensato per realizzare nuove sperimentazioni educative volte a produrre un cambiamento culturale, puntando allo sviluppo delle cosiddette “comunità educanti”, offrendo non solo servizi, quindi, ma proponendosi come spazi di raccordo tra famiglie e servizi territoriali. “Parlare di comunità educante non significa delegare alla comunità la responsabilità di educare – hanno detto i promotori nel corso dell’inaugurazione – ma piuttosto riconoscere l’esistenza di una co-responsabilità diffusa verso le giovani generazioni e che tale responsabilità viene assunta dalla forza e dalla qualità dei legami che tengono insieme una comunità”. I CET, quindi, sono delle vere e proprie “bussole” a disposizione delle famiglie che saranno così orientate ai servizi dei Centri ed e alle iniziative educative e culturali specificatamente pensate per l’infanzia che vengono realizzate sul territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento