Alberature pericolose in via Lungonera, Filipponi: "Qual è il parere dell'Afor sull'abbattimento?"

Il Pd ha rivolto al sindaco Latini e alla giunta un'interrogazione scritta per conoscere quali siano le priorità rispetto a interventi e tipologie delle alberature di compensazione

"Qual è il parere dell'Agenzia forestale regionale dell'Umbria rispetto all'abbattimento degli alberi in via Lungonera? Qual è la modalità di smaltimento e recupero del legno?". Sono queste le prime domande che il capogruppo del Partito Democratico, Francesco Filipponi, insieme a Vladimiro Orsini, Tiziana De Angelis e Paolo Angeletti, hanno messo per iscritto nell'interrogazione diretta al sindaco, Leonardo Latini, e alla giunta.

"Vogliamo che Terni torni a essere una città che guarda avanti e che investe sul suo futuro. E non c'è migliore immagine per rappresentare questo spirito che piantare alberi". Con queste premesse, questa mattina, il Comune di Terni ha lanciato il progetto "Terni Verde 2018-2023" che tuttavia parte per far fronte a un'emergenza. Ovvero la pericolosità dei pini di via Lungonera Savoia dove ieri mattina sono iniziati i lavori per abbattere 44 piante.

Non sono solo queste le risposte che il Pd sta cercando. Sebbene al momento l'ordinanza con cui è stata chiusa al traffico via Lungonera Savoia - con doppio senso istituito in via Piave - sarà valida fino al 31 agosto, i tempi potrebbero essere più lunghi. Potrebbero volerci più di cinque giorni per completare l'intervento, perché in alcuni tratti, i grossi rami minacciano le case. Ed è qui che torna a battere l'opposizione. "Quali sono le tempistiche?". Ma soprattutto ciò che vogliono sapere sono le modalità che l'amministrazione intende utilizzare per far fronte alla mappatura delle alberature pericolose, premettendo che i pini di via Lungonera Savoia sono considerati di classe 'D', cioè a rischio di cadute. Questi però non sono gli unici in città a essere considerati di classe 'D' e per questo il Pd richiede all'amministrazione di far valutare ad Afor le condizioni di queste alberature.

L'INTERROGAZIONE COMPLETA: "Programma provvedimenti su alberature"

L'abbattimento è reso necessario dalla pericolosità degli alberi che sono sostanzialmente sbilanciati e hanno chiome che con il tempo si sono fatte sempre più pesanti. Il Pd premette che: "Secondo quanto dichiarato dall’esecutivo, dopo il taglio si procederà all’eliminazione delle ceppaie con ‘carotatrici’ e successivamente agli interventi di ‘compensazione’ rispetto alla perdita di un patrimonio arboreo storico, ovvero al rifacimento dei marciapiedi danneggiati dalle radici dei pini e la sostituzione delle vecchie alberature con altre piante di ‘terza grandezza’, anche per consentire lo sviluppo dei lecci presenti che, fino ad oggi, sono stati ‘sottomessi’ dai grandi pini". Filipponi e gli altri non tardano anche a sottolineare come "nel 2017 l'ex giunta avesse approvato il progetto (da 300mila euro) definitivo di riqualificazione e messa a dimora di nuove essenze arboree nel centro urbano. Questo piano di piantumazioni rientra nel protocollo d'intesa tra Comune e Afor che prevede una serie di funzioni e servizi tra cui la tutela del patrimonio arboreo urbano e relativi intreventi per il controllo, la messa in sicurezza e il reimpianto".

"Essendo quindi cura dell'amministrazione comunale redigere un piano di interventi secondo il grado di pericolosità e di conseguenza delle nuove piantumazioni in compensazione" il Pd richide al sindaco e alla giunta "di conoscere le priorità rispetto agli interventi, e alle tipologie di nuove alberature in compensazione e di apprendere se gli interventi futuri rientreranno nel protocollo con Afor, o se alternativamente verranno utilizzati altri strumenti e con quali caratteristiche". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento