rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

Acciai Speciali Terni, cresce l’attesa: il Cavaliere Arvedi arriva in città. Novità Consiglio comunale straordinario ‘aperto’

Incontro con i rappresentanti sindacali fissato per il pomeriggio di giovedì 3 febbraio. Il prossimo 3 marzo (ore 15.30) la seduta calendarizzata per trattare il tema Ast

Un passaggio di proprietà ufficializzato lo scorso 31 gennaio per Acciai Speciali Terni. Ad Essen infatti è stata ratificata la svolta con il Gruppo Arvedi che ha acquisito da Thyssenkrupp la società Ast. A partire da martedì 1 febbraio pertanto è possibile osservare la bandiera dell’Italia, oltre quella dell’Unione Europea che sventolano nei pressi dei cancelli del sito siderurgico. Al di là del valore simbolico che assume tale passaggio, ora l’attenzione si focalizzerà sui progetti ed i piani di natura industriale, ambientale e sociale che verranno a breve svelati.

Cresce intanto l’attesa in città per la prima visita del presidente del gruppo Arvedi Giovanni Arvedi e dell’amministratore delegato Mario Arvedi Caldonazzo, i quali hanno assunto i due rispettivi ruoli anche in Ast. Giovedì 3 febbraio infatti è stata calendarizzato un duplice incontro con le rappresentanze sindacali e le Rsu di stabilimento per le presentazioni di rito. Gli stessi sono previsti rispettivamente alle 15.45 e le 16 presso i locali della biblioteca.

Il tema Acciai Speciali Terni sarà al centro di un Consiglio comunale straordinario aperto, fissato per il prossimo 3 marzo, a partire dalle 15.30. La richiesta era stata avanzata dall’opposizione, nelle scorse settimane, e rimasta in stand by proprio per attendere il passaggio di proprietà avvenuto, come anticipato, nei giorni scorsi. “Dato che si tratta di una seduta di grande rilievo per la nostra città - dichiara il presidente del Consiglio comunale Francesco Maria Ferranti - daremo massimo risalto a questa iniziativa utilizzando tutti i mezzi a disposizione”.

Come recita il comma 1 dell’articolo 45 del regolamento "in casi di particolare rilevanza il Presidente del Consiglio può convocare una “seduta aperta ai cittadini” del Consiglio Comunale, nella sua sede abituale o anche in luogo diverso, per rilevanti motivi d’interesse della comunità relativi a bisogni e richieste dei cittadini”.

Ed ancora "tali sedute hanno carattere straordinario. La data di convocazione deve essere portata a conoscenza della cittadinanza almeno trenta giorni prima del suo svolgimento, salvo deroga consentita dal Presidente del Consiglio, sentita la Conferenza dei Presidenti dei Gruppi, in caso di imprescindibile urgenza”. Occorrerà una richiesta di accreditamento che dovrà essere presentata almeno quindici giorni prima. Una plenaria aperta alla nuova proprietà del sito ternano, alle organizzazioni sindacali ed alle associazioni di categoria del mondo produttivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciai Speciali Terni, cresce l’attesa: il Cavaliere Arvedi arriva in città. Novità Consiglio comunale straordinario ‘aperto’

TerniToday è in caricamento