menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
ast

ast

Acciai Speciali Terni:"Evidenziamo ancora confusione all'interno dell'azienda"

Le Rsu di Ast dopo l'incontro con la Direzione aziendale rivendicano:"Un'organizzazione del lavoro che complessivamente sia chiara e dia stabilità e prospettiva ai lavoratori"

Si è svolto un incontro, nella giornata odierna, tra la Direzione Aziendale e le Rappresentanze sindacali unitarie di Ast, in merito alla modifica dei turni di lavoro per il reparto treno a caldo. A seguito di tale riunione le Rsu annunciano quanto segue

“L'Azienda ha comunicato la volontà di organizzarsi a diciotto turni settimanali a partire dal lunedì 25 Febbraio, con un organico complessivo di 155 unità lavorative, pertanto su scelta interna delle strutture di LAC, usciranno dodici lavoratori dal Reparto e saranno inseriti, nove nell'organico del movimento, due nell'organico della vigilanza industriale ed un lavoratore è già stato trasferito in ACC. Dal treno a caldo usciranno solo lavoratori Sociali, i somministrati non saranno coinvolti. Per completezza di informazione, ci è stato inoltre comunicato che tre unità lavorative, due classificatori e uno dell'ente vigilanza, saranno trasferiti nel reparto ACC dal quale altre tre unità saranno tolte per essere inserite al reparto movimento.

Il reparto movimento pertanto sarà incrementato di ulteriori dodici unità. Rispetto a ciò siè condiviso di programmare una specifica riunione che si effettuerà  nei prossimi giorni.

Le Rappresentanze sindacali unitarie – osservano - nel prendere atto di tale riorganizzazione, evidenziano nuovamente la confusione attualmente presente in azienda e rivendicano un'organizzazione del lavoro che complessivamente sia chiara e dia stabilità e prospettiva ai lavoratori, evitando così continue e disagiose transumanze di personale

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento