menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acciai Speciali Terni, proclamato lo sciopero generale: "Clima di tensione e paura"

Le RSU ritengono inaccettabile li livello di relazioni industriali e sindacali che l’azienda con scorrettezza e arroganza tenta di determinare

Prosegue lo stato di agitazione all’interno di Acciai Speciali Terni. In attesa di novità previste per lunedì 23 settembre – sul fronte cassa integrazione – è stato indetto uno sciopero di quattro ore per le giornate di domani venerdì 20 settembre e sabato 21 settembre.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di RSU: "Nella giornata odierna si sono riunite le RSU di AST per affrontare e discutere le diverse problematiche presenti e persistenti all'interno dell'Azienda. Le RSU ritengono inaccettabile li livello di relazioni industriali e sindacali che l’azienda con scorrettezza e arroganza tenta di determinare. Inoltre denunciano e condannano il clima di tensione e di paura che attraverso azioni unilaterali, sia nelle decisioni che negli atteggiamenti tenta di imporre. Quanto avvenuto in questi ultimi tempi - affermano RSU - nell’area CCO3, non ultimo nella mattinata odierna, dove nonostante le azioni di mobilitazione e denuncia già effettuate si registrano per l’ennesima volta carenze organizzative e di sicurezza, che hanno tra l’altro comportato il fermo dell’impianto, rappresenta un principale esempio. L'organizzazione del lavoro e le attuali professionalità volute e applicate dalla sola azienda, senza la condivisione delle RSU stanno ampiamente dimostrando tutti i suoi limiti, mettendo costantemente in difficoltà i lavoratori anche e soprattutto nell'esercizio del diritto di tutti i principali istituti contrattuali a loro spettanti. Le difficoltà produttive per la saturazione di alcuni fondamentali impianti e segmenti produttivi come il Tubificio, unitamente a un contesto di investimenti e manutenzioni non effettuate o effettuate in parte, preoccupano e non danno sicuramente il segno e il senso della continuità e della prospettiva. Le RSU di AST - sottolineano - non hanno mai permesso e non permetteranno ma che si concretizzi il possibile tentativo del management di scaricare sulle maestranze qualsivoglia livello di responsabilità individuale e/o collettiva relativamente al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Per le ragioni sopraddette proclamano un’iniziativa di quattro ore di sciopero per tutti i lavoratori dell’Ast così distribuito

Venerdì 20 settembre 4 ore a fine turno per tutti i turni e turno unico

Sabato 21 settembre 4 ore a fine turno per la quarta squadra (secondo turno)"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento