rotate-mobile
Attualità

Terni, accordo tra Inps commercialisti e consulenti del lavoro: “Tempi certi di risposta ed un confronto tra professionisti”

Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto dalla direzione provinciale dell’Inps e dagli ordini professionali dei commercialisti e consulenti del lavoro

Rendere più efficienti i servizi agli utenti, nel caso particolare alle imprese, fornendo tempi di risposta sempre più brevi e certi. Inoltre garantendo un confronto costruttivo tra Inps e professionisti. Mercoledì 22 maggio è stato sottoscritto un protocollo d’intesa dalla direzione provinciale dell’Inps e dagli ordini professionali dei commercialisti e consulenti del lavoro. L’accordo è stato firmato nella sede di via Bramante dell’istituto di previdenza sociale dal direttore provinciale dell’ente Savino D’Elicio Di Chio, dal presidente dei commercialisti ternani Carmelo Campagna, e dal presidente dei consulenti del lavoro di Terni Masimo Caprasecca.

Presenti all’incontro anche il direttore regionale di Inps Umbria Antonio Maria Di Marco Pizzongolo e il presidente del comitato provinciale Inps Guglielmo Bizzarri. Alcuni dati enunciati: nel 2023 l’Inps provinciale ha rilasciato nel 95% dei casi risposte agli utenti entro i termini di soglia. Un dato quindi già positivo, ma che si vuole ancora migliorare. Grazie all’accordo, infatti, l’Inps si impegna a rispettare un tempo massimo di risposta pari a sette giorni lavorativi (dieci nell’ambito agricolo), che si abbatte a cinque giorni in casi di documentata urgenza.

“Il protocollo – ha spiegato il direttore D’Elicio Di Chio – prevede la realizzazione di una banca dati relativa alla gestione e al recupero dei contributi, che possa essere condivisa su base paritaria con i nostri intermediari, commercialisti e consulenti del lavoro. Grazie a un’analisi congiunta dei punti di forza e di caduta del servizio, si potranno porre le basi per un miglioramento della qualità dei servizi stessi all’utenza, in particolare alle imprese. Il protocollo – ha aggiunto il direttore - parla anche di cassetti bidirezionali, il canale unico e integrato che l’Inps usa per dialogare con i professionisti, di lotta all’abusivismo nell’esercizio dell’attività professionale e all’evasione contributiva”.

L’accordo aggiunge, infine, la possibilità di convocare tavoli tecnici periodici per affrontare congiuntamente i problemi che dovessero presentarsi durante queste attività svolte in sinergia. “Diamo inizio a un accordo strutturato – ha sottolineato Carmelo Campagna – per facilitare e rendere certi i tempi delle nostre attività professionali, a vantaggio ultimo delle imprese che sono poi il destinatario finale del nostro servizio. Insomma: tempi certi di risposta e un confronto tra professionisti e Inps che consenta a tutti un lavoro più efficace ed efficiente. Abbiamo fortemente voluto questo accordo. Iniziamo ad applicarlo adesso, con un periodo di prova, e poi valuteremo la necessità o meno di migliorarne alcuni aspetti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, accordo tra Inps commercialisti e consulenti del lavoro: “Tempi certi di risposta ed un confronto tra professionisti”

TerniToday è in caricamento