rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità Stroncone

L’Agosto Stronconese spegne quaranta candeline: “Partecipazione, spirito di squadra e collaborazione tra le contrade i punti di forza”

A partire dal prossimo 18 fino al 28 agosto la manifestazione che unisce storia, tradizione, cultura e gastronomia. La testimonianza di Valeriano Vittori, presidente dell’Ente Agosto Stronconese

Storia, cultura, tradizione e gastronomia. Sono gli elementi che caratterizzano l’Agosto Stronconese, dal prossimo 18 al 28 agosto. La manifestazione spegne quaranta candeline e si prepone di offrire un variegato programma di appuntamenti, distribuiti all’interno di undici serate. Tale kermesse inoltre rientra nelle manifestazioni storiche della Regione Umbria e può contare sul patrocinio del Comune di Stroncone.

A presentare gli eventi in arrivo l’assessore alla cultura Annalisa Spezzi: “Ci attende quest’anno una edizione importante. Riprenderanno gli spettacoli dal vivo, gli stand enogastronomici, le attività culturali nella loro pienezza. Nel corso degli anni, l’Ente Agosto Stronconese, con i suoi volontari ed in collaborazione con il Comune di Stroncone ed i frati del Convento di San Francesco, ha dato vita ad un evento che ci consente di rivivere importanti avvenimenti del nostro passato, mantenendo viva una tradizione ormai consolidata tra la popolazione. Una tradizione – aggiunge l’assessore -che unisce diverse generazioni, in una rievocazione storica che vede nella figura e nella vita del Beato Antonio Vici un prezioso punto di riferimento e devozione per l’intera comunità”.

Il presidente dell’Ente Valeriano Vittori afferma, a tal proposito: “Sono quasi trenta anni che partecipo alla manifestazione e posso dire che la festa di agosto rappresenta la vera forza di noi stronconesi. La nostra ricchezza è la partecipazione, lo spirito di squadra e la collaborazione tra le contrade. Quest’anno, dopo un’edizione ridimensionata dalle misure anti contagio da Coronavirus, siamo pronti a ripartire più carichi che mai”.

Un aspetto preponderante da rimarcare. L’Agosto Stronconese evoca un momento storico alquanto particolare. Correva l’anno 1809 quando: “Un gruppo di venti giovani guidati da padre Angelico Coletti, su mandato del Papa, si recarono da Stroncone ad Assisi per riportare in paese il corpo del Beato Antonio Vici. La traslazione avvenne nella chiesa di San Francesco dopo il ritorno a casa e la successiva festa in piazza per il buon esito della spedizione”. Il programma è consultabile in allegato.  

Agosto Stronconese programma 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Agosto Stronconese spegne quaranta candeline: “Partecipazione, spirito di squadra e collaborazione tra le contrade i punti di forza”

TerniToday è in caricamento