rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Attualità

Scorte di sangue a secco: “La forte carenza rischia di compromettere le attività chirurgiche programmate”

Le mancanze più evidenti riguardano i gruppi 0 negativo, A positivo, B positivo e B negativo. Appello alla donazione: un gesto di grande generosità e di solidarietà nei confronti di chi è maggiormente bisognoso

L’emergenza Covid ha impresso una drammatica frenata alle attività sanitarie: analisi, attività chirurgiche e visite specialistiche, a Terni come in Umbria e nel resto d’Italia, hanno subito dei pesanti rallentamenti. Soltanto nel cuore verde d’Italia, sono decine di migliaia le prestazioni da dover recuperare. Ora un’altra emergenza mette in bilico l’esecuzione delle attività chirurgiche programmate.

Le scorte di sangue dei servizi immunotrasfusionali sono in forte diminuzione e questo rischia di riflettersi sull’attività ospedaliera quotidiana.

A lanciare l’ennesimo appello sull’emergenza sangue è l’assessore regionale alla sanità, Luca Coletto: “Le scorte di sangue sono in forte sofferenza, soprattutto per quanto riguarda i gruppi 0 negativo, A positivo, B positivo e B negativo – rende noto l’assessore - La forte carenza di sangue quindi, rischia di compromettere le attività chirurgiche programmate”.

Da qui l’appello rivolto ai donatori abituali e magari anche a chi non ha mai donato fino ad ora ma, data la situazione, potrebbe cominciare a farlo. Per candidarsi e diventare donatori di sangue occorre avere un'età compresa fra 18 e 60 anni. Chiunque desideri donare il sangue per la prima volta dopo i 60 anni può essere accettato a un buono stato di salute e discrezione del medico responsabile della selezione. È possibile continuare a donare fino al compimento del 65esimo anno d’età e fino al 70esimo anno previa valutazione del proprio stato di salute.

Tra i requisiti richiesti, un buono stato di salute e un peso non inferiore ai 50 chilogrammi, oltre a non avere comportamenti a rischio che possano compromettere la salute di chi dona e di chi riceve.

“Rivolgo un appello a tutti i donatori – aggiunge l’assessore - affinché prenotino la donazione presso i centri di raccolta sangue presenti sul territorio. Donare è un gesto di grande generosità e di solidarietà nei confronti di chi è maggiormente bisognoso”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scorte di sangue a secco: “La forte carenza rischia di compromettere le attività chirurgiche programmate”

TerniToday è in caricamento