menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto di repertorio

foto di repertorio

Allerta Coronavirus, mancata sanificazione a Terni di scuole adibite a seggio: “Preoccupazione diffusa”

La nota congiunta delle sigle sindacali FLC Cgil, Cisl scuola, federazione Uil scuola Rua e Snals Confsal: “Diversi istituti scolastici lamentano di non aver ancora visto palesarsi l’ente locale"

Una nota congiunta, quella diffusa nel pomeriggio, da FLC Cgil, Cisl scuola, federazione Uil scuola Rua e Snals Confsal in merito all’emergenza sanitaria diffusasi su tutto il territorio. Come è noto, a seguito delle elezioni suppletive tenutesi in città, tra le misure adottate c’era quella di sanificare tutti gli istituti scolastici i quali avevano ospitato i seggi elettorali. A tal proposito i sindacati affermano:

“L’emergenza Covid 19, che ha portato di recente il governo nazionale ad inasprire sensibilmente le misure di contenimento, pare essere stata recepita dall’amministrazione comunale di Terni in modo quanto meno contraddittorio. Diversi istituti scolastici lamentano infatti di non aver ancora visto palesarsi l’ente locale che avrebbe dovuto provvedere alla sanificazione degli istituti scolastici.

“Riceviamo da personale scolastico di ogni ordine e grado – affermano in un a nota congiunta i sindacati più rappresentativi del comparto scuola – segnalazioni circa la non avvenuta sanificazione degli ambienti scolastici che sono stati adibiti a seggio elettorale per le recenti elezioni suppletive al Senato della Repubblica. Un fatto grave – proseguono le organizzazioni sindacali – che desta una certa preoccupazione tra le lavoratrici e i lavoratori della scuola, già allarmati, come tutti, dalla situazione emergenziale che sta attraversando il Paese, in particolare tutto il personale Ata il quale sta garantendo l’apertura quotidiana delle scuole”.

«Ricordiamo infatti – proseguono i sindacati – che il personale scolastico in questo periodo è impegnato nella difesa di un diritto costituzionale fondamentale come quello dell’istruzione con attività straordinarie di insegnamento a distanza, con tutti gli sforzi e le difficoltà del caso, o permettendo l’apertura delle scuole tramite collaboratori, tecnici, amministrativi e dirigenti, che garantiscono anche in questa emergenza epidemiologica un servizio pubblico e un fondamentale presidio a tutela delle generazioni in formazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento