Alta velocità, parte il Frecciarossa. Ma quello da Perugia

Confermato anche per il 2019 il collegamento tra il capoluogo e Milano. L’assessore Chianella: 160 passeggeri al giorno, un successo. Garantita la copertura finanziaria di circa un milione di euro. Terni aspetta

Sono stati circa 50mila i passeggeri che hanno percorso la tratta Perugia-Milano approfittando del collegamento veloce partito all’inizio di questo 2018. “Una media di una media di 160 passeggeri al giorno e cioè quasi il triplo di quanto era stato inizialmente previsto. Un successo e auspichiamo dunque un ulteriore incremento dei passeggeri nel corso del prossimo anno”.

La Regione conferma dunque anche per il 2019 il collegamento ad alta velocità tra Fontivegge e Milano centrale fino al dicembre 2019: già da oggi sono in vendita i biglietti per le nuove corse. “Questo collegamento – afferma l’assessore regionale ai trasporti, Giuseppe Chianella - ottenuto grazie all’arretramento da Arezzo a Perugia del treno, ha consentito di contrattualizzare questa tratta ferroviaria e, nell’interesse generale e per lo sviluppo dell’economia del territorio, nel 2018, suo primo anno di attivazione, ha dimostrato di essere un vettore importante per la comunità, tenuto anche conto del successo riscontrato nell’uso di questa modalità di trasporto. Abbiamo già acquisito - ha proseguito Chianella - la disponibilità di Trenitalia che ci ha comunicato di avere accolto la richiesta della Regione di proseguire i servizi anche nel 2019, così come abbiamo ritenuto necessario che per la prosecuzione della sperimentazione del collegamento ferroviario veloce verrà richiesto, anche per il 2019,  il contributo finanziario, già previsto nel corso del 2018,  da parte della Fondazione Cassa di risparmio di Perugia, nonché della Camera di commercio di Perugia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il contributo garantito a Trenitalia ammonta ad oltre un milione di euro l’anno, a dispetto del fatto che nella trattativa per portare l’alta velocità ad Orte, a servizio anche della città di Terni, Palazzo Donini ha più volte ripetuto di non voler mettere un soldo. Il Ternano, insomma, aspetta: l’alta velocità è in ritardo.

Alta velocità a Terni, ecco il progetto Frecciarossa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Il racconto di una mamma: la maestra di mio figlio è positiva al Covid, ecco tutto quello che non funziona nel sistema

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento