rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità Amelia

Dall’India agli Stati Uniti d’America: tutti ascoltano Ameriaradio

Primo anno di attività per la web radio che ha realizzato oltre mille ore di trasmissione e 1.200 differenti programmi. Gli organizzatori: ma ci sono ancora tante idee in ballo

Ameriaradio accende la sua prima candelina. È infatti già passato un anno da quando un gruppo di amici ha deciso di lanciarsi in questa avventura: la costituzione di una web radio sui generis, aperta a tutti i contributori che avessero qualcosa da dire in materia di musica impegnata, divulgazione della cultura radiofonica, territorio e società. Insomma, un qualcosa che non c'era nel panorama radiofonico italiano.

Da quel fatidico 14 novembre è stata fatta tanta strada, tanta ricerca e, soprattutto, tante ore di trasmissione: 1.100 per 1.200 differenti programmazioni dove la musica impegnata copre il 50%, seguita da radio (25%), territorio e società (10%), attualità (10%) oltre al resto. Decine e decine di appassionati contributori hanno reso possibile questo progetto che continua ad accumulare consensi tra un pubblico sempre più eterogeneo, con il collante di pretendere qualcosa di non scontato e di interessante ma raccontato con la serenità e semplicità di chi mette generosità, impegno e costanza.

Questa la ricetta di Ameriaradio, apprezzata ormai da oltre 30.000 radioascoltatrici e radioascoltatori distribuiti in ogni parte del mondo: primi fra tutti gli Stati Uniti, la Francia, la Germania, i paesi dell’America Latina, l’India e tanti altri che raccolgono il 45% del pubblico che insieme all’Italia, con il suo 55% di ascoltatori, formano l’ossatura di chi segue la radio.

Ameriaradio è stata anche media partner di importanti eventi in tutta Italia. A partire dall’Associazione internazionale Ettore Bastianini di cui oltre ad essere media partner è anche la radio ufficiale per le celebrazioni del centenario della nascita del grande baritono, per continuare con la fondazione Tito Gobbi, la Fondazione Renata Tebaldi e la Fondazione Piero Cappuccilli. “Abbiamo ospitato grandi personalità della musica lirica come la grande Raina Kabaivanska e musicologi di altissimo valore internazionale – spiegano da Ameriaradio - uno su tutti Piero Mioli”.

“È stata presente per i 30 anni di Aire - Associazione italiana delle radio d’epoca, dei 15 del MU.ME.C. Museo dei mezzi di comunicazione di Arezzo, alla festa del Rinascimento di Acquasparta, alla rievocazione del primo radio volo ad Orbassano ed altro ancora. Ci sono tante idee in ballo per migliorare la nostra radio e offrire l’occasione di un radioascolto sempre più accattivante. Il suo sito consente la consultazione di tutte le trasmissioni già prodotte, molte delle quali in diretta con possibilità di interazione con i radioascoltatori. Molti nuovi progetti sono il frutto di suggerimenti che cercheremo di seguire al meglio e che non finiremo mai di apprezzare”.

“Nel corso dell’anno – proseguono - sono state fatte varie sperimentazioni utilizzando il sito non solo come deposito di informazioni ma anche come elemento a supporto durante alcune trasmissioni con l’ausilio delle slides show, consentendo una radio visione”.

“Domani, domenica 14 alle 17 festeggeremo insieme l’anno di vita con una trasmissione che, tra ospiti, ascolti e aneddoti, ripercorrerà questa bellissima avventura. In studio condurranno Umberto Alunni, Maria Teresa Ferrante e Paolo Pellegrini. Ma idealmente ci saranno anche tutti i nostri affezionati radio ascoltatori. Questo progetto non avrebbe avuto questo esito senza la loro appassionata attenzione, i nostri generosi contributori ed il continuo incoraggiamento degli enti patrocinanti. Per tutti loro la nostra opera continuerà all'insegna della migliore ricerca ed attenzione possibile. Grazie ancora a tutti gli amici di Ameriaradio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall’India agli Stati Uniti d’America: tutti ascoltano Ameriaradio

TerniToday è in caricamento