rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Atleta ternano al debutto protagonista alla Maratona di Milano: “Ho portato i colori rossoverdi nella metropoli”

Il racconto di Andrea Baccarelli che ha fatto il suo esordio su una distanza di 42 km: “Un risultato importante, inaspettato”

Una bella soddisfazione quella che si è ritagliata Andrea Baccarelli. Il portacolori della Ternana Marathon ha partecipato alla recente Maratona di Milano, una classica del podismo che coinvolge migliaia di iscritti, provenienti da ogni parte del modo. Ha concluso la sua personale prova al 124° posto, primo tra i ternani e secondo, a livello regionale, appena dietro Davide Meazzi con il quale ha condiviso gli ultimi chilometri prima di tagliare il traguardo.

“Una grande emozione”, esordisce Andrea. “Sono arrivato pari merito con un altro ragazzo umbro, percorrendo i 42 km in 2 ore, 44 minuti e 18 secondi. In pratica a 40 minuti dal vincitore ed è sicuramente un dato da sottolineare. Inoltre, a livello di categoria SM ossia sotto i 35 anni, ho concluso al 44esimo posto”. Numeri da rimarcare per il giovane al debutto assoluto sulla massima lunghezza, prevista da tali competizioni.

La decisione di partecipare: “Due anni fa avevo intenzione di provare, anche se poi l’emergenza sanitaria ha bloccato l’evento. Mi sono avvicinato al podismo nel 2018, quasi per gioco. Con il passare del tempo però la passione è incrementata. Dopo le prime gare di pochi chilometri mi sono cimentato nella ‘mezza’ di Bastia, in quella di San Valentino e Civitanova. Tutto ciò ha scaturito il desiderio di correre una maratona ed anche l’anno di stop ha aiutato, da un punto di vista mentale”.

Una delle gare più affascinanti e sentite: “Il percorso è molto veloce. Una prima salitella da affrontare, dopo la partenza di porta Venezia – dove è collocato anche lo striscione del traguardo – per poi attraversare il territorio comunale passando per il Duomo, l’arco della Pace raggiungendo anche lo stadio Meazza, i quartieri moderni, il palazzo dei Fiori, fino a riprendere il tracciato che porta all’arrivo. Durante la corsa sei molto incentivato dal pubblico. I milanesi tengono molto a questa competizione poiché ne comprendono l’importanza. Tra i presenti c’erano anche ternani che studiano o lavorano a Milano. È stato davvero bello portare i colori rossoverdi nella metropoli, anche per loro che erano ai lati delle strade”.

I colori rossoverdi infatti sono quelli della Ternana Marathon: “Complessivamente eravamo in dieci. Insieme agli altri ragazzi ci supportiamo e c’è tanta collaborazione anche negli allenamenti, sebbene ognuno abbia le proprie esigenze. Anche dal punto di vista burocratico poi siamo stati seguiti, passo dopo passo e nelle nostre chat il sostegno non è mai mancato”.

La precisazione di Andrea: “Correre sotto le tre ore è un risultato che non mi aspettavo. Sono riuscito a gestire i primi trenta chilometri. Poi, quando la fatica si è fatta sentire, ho lavorato prettamente di testa, vivendo il finale con enorme concentrazione. La partecipazione del pubblico è un ulteriore stimolo, senza dimenticare la possibilità di aver percorso gli ultimi tratti del tracciato insieme all’altro ragazzo umbro, dove ci siamo sostenuti a vicenda”.

Obiettivi futuri: “Un’esperienza che porterò con me. Un grande impatto, a livello di emozioni. Ero partito per fare la maratona, giusto per cimentarmi nella distanza lunga. Ora vorrei proseguire ed il mio sogno è quello di partecipare a quella di New York”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atleta ternano al debutto protagonista alla Maratona di Milano: “Ho portato i colori rossoverdi nella metropoli”

TerniToday è in caricamento