Acquasparta, museo multimediale a palazzo Cesi: tutto da rifare

Il Comune di Acquasparta ha annullato la procedura per la gestione del centro esponenziale dedicato alla scienza e a Federico Cesi

L’affidamento della gestione di palazzo Cesi di Acquasparta sembrava ormai vicinissima, invece si dovrà aspettare ancora. La procedura, che si sarebbe dovuta concludere nei giorni scorsi, è stata infatti annullata per autotutela ed evitare possibili criticità in sede di aggiudicazione o durante la fase operativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La decisione è stata presa il 18 giugno, dopo le osservazioni della Provincia di Terni, in questo caso centrale unica di committenza, che evidenziava come, di fatto, il Comune non avesse risposto adeguatamente ai quesiti avanzati da uno dei potenziali partecipanti. Quesito che riguardava il piano economico finanziario e la sostenibilità della gara e, quindi, della gestione. Nella determina dell’annullamento, infatti, si legge come “oggettivamente, in merito alle problematiche poste nei quesiti”, sarebbero potute “nascere delle questioni che potrebbero essere fonte di contenzioso con i partecipanti alla gara, e che la soluzione più corretta è quella di procedere all’annullamento in autotutela della procedura di gara tempestivamente”.
L’amministrazione, adesso, sarà chiamata a fare nuovamente “i conti”, verificare eventuali errori per poi emanare una nuova procedura per la gestione del Centro esperenziale di palazzo Cesi.
Alla base del progetto, l’idea di proporre un percorso in cui il visitatore sia proiettato indietro nel tempo, vivendo le «atmosfere» storiche legate al particolare momento di fondazione dell’Accademia, ad opera di quando quattro giovani amici e scienziati: Federico Cesi, il medico e naturalista olandese Johannes van Heeck, il matematico Francesco Stelluti e l'erudito ternano Anastasio De Filiis.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lugnano, un'edicola acquistata da un mese già rischia di chiudere: "Mi avevano detto che era tutto a posto"

  • Ferite al volto e alla testa e una spalla fratturata: anziano aggredito in centro a Terni mentre va a votare

  • Rissa in pieno centro a Terni tra lo stupore dei passanti, giovane trasportato all’ospedale

  • Flavio e Gianluca, la “lezione” non è servita. E il metadone di Terni continua a fare “vittime”

  • Coraggio e senso di appartenenza, due giovani aprono una nuova attività. Primissima volta a Terni: “Grande orgoglio”

  • Sesso e droga con due minorenni. Nei guai un trentenne ternano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento