Appalto pulizie, dietrofront del Comune: niente gara al massimo ribasso 

Dopo le proteste di lavoratori e sindacati palazzo Spada decide di non effettuate la gara ponte di un mese ma di optare per l'assegnazione della gara triennale - INTERVISTA E FOTOGALLERY

I sindacati

La situazione iniziava a farsi complicata. Da un lato, una gara triennale già espletata ma in fase di analisi, dall'altro la decisione del Comune di non effettuate una proroga del vecchio appalto per il tempo necessario per la nuova aggiudicazione, ma di bandire una nuova procedura per 45 giorni, al massimo ribasso.

Una gara, bandita sul Mepa, che ha mandato su tutte l furie i lavoratori e i sindacati che, oggi, hanno ottenuto la loro vittoria: il Comune, dopo il presidio di venerdì e l'annucniata irruzione in consiglio comunale fissata per oggi, ha deciso di fare un passo indietro, di optare per la proroga e di cercare di velocizzare i tempi per la nuova gara. Le sigle sindacali si sono dichiarate soddisfatte: “Grazie alle iniziative sindacali – hanno affermato nel corso di un incontro nel primo pomeriggio di lunedì – è stata scongiurata la gara ponte al massimo ribasso favore della gara triennale. Il Comune si sta attivando per i 45 giorni di proroga all'attuale azienda per impegnarsi per la procedura triennale in corso. Il nostro obiettivo – ha detto Lucia Rossi (Cgil) – è di arrivare a una legge regionale sugli appalti congrua e che tuteli i lavoratori. Vorremmo siglare un protocollo sugli appalti ed iniziare un un percorso che sia dignitoso per il lavoratore. Anche il Comune di Terni si è reso disponibile per siglare un protocollo contro il massimo ribasso”.

Sulla questione è intervenuto anche lil presidente del consiglio comunale: "L'incontro di questa mattina con le sigle sindacali dei lavoratori dell'appalto delle pulizie e l'assessore al Bilancio Orlando Masselli  è stato sicuramente positivo. Un incontro  - dichiara iFrancesco Maria Ferranti -  per fare chiarezza sulla proroga di 40 giorni che attualmente in atto al solo fine di arrivare alla assegnazione definitiva per tre anni del servizio di pulizia degli uffici comunali. La commissione sta analizzando le 25 offerte pervenute. Una operazione che richiede tempo. Comunque a marzo verrà aggiudicato l'appalto definitivo triennale, che non sarà al massimo ribasso ma offerta economicamente vantaggiosa con clausola di salvaguardia sociale. Si è ragionato, infine, con le sigle sindacali sull’ipotesi di redigere un protocollo di intesa sulle modalità delle gare, sempre nel rispetto della normativa, per garantire servizi efficienti ma anche una dignitiva lavorativa e contributiva ai dipendenti delle ditte vincintrici di appalto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • La profumeria ecobio e l’idea creativa di un’imprenditrice ternana: “Ispirata da una filosofia di vita”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

Torna su
TerniToday è in caricamento