Terni, quale futuro per l'ex-Hawaii? La conferma: si va verso un nuovo bando

La questione sull'assegnazione dell'area e della gestione di un punto ristoro si protrae da anni.Ma da palazzo Spada affermano: “Valorizzeremo il fiume”

L'ultima volta che se ne era parlato era ottobre. In quel momento, anche alla luce di qualche manifestazione di interesse informale, il bando era stato emanato ma poi – come ormai sembra accadere sempre più spesso – il giorno dell'apertura non c'era stata nessuna “busta” da aprire. Una gara andata deserta che aveva segnato un nuovo capitolo per un progetto di riqualificazione e valorizzazione urbana che arriva da lontano e a cui, ancora, sembra che il Comune non voglia rinunciare.

Il bando e le rinunce

Parliamo dell'ex-Hawaii – ovvero piazzale XIII Giugno - e del chiosco-bar che dovrebbe venire realizzato in quell'area, di cui si parla da anni. Anni che, alla fine, si sono rivelati sprecati. Perché la realizzazione del chiosco è saltata di mano in mano, rinuncia dietro rinuncia: quella di Impex Srl, nel 2013, quella di Tombesi-Struzzi nel 2014 – che non avevano inviato gli accorgimenti richiesti in tempo utile – e di Acqua tour. Anche la “nuova assegnazione di aprile 2016 a Chianina Carni è stata costellata da criticità e problematiche di ogni tipo, fino alla decadenza dell'efficacia. Neanche il quinto in graduatoria aveva dimostrato interesse a rimanere in ballo. Si trattava di Indisciplinarte srl, che si è ritrovata a compiere la scelta proprio nel momento del cambio di appalto per la gestione del prospiciente Caos, procedura a cui poi la società non aveva partecipato. E' così che si arriva al bando dello scorso ottobre e al nuovo buco nell'acqua.

La parola a palazzo Spada

“Il bando ce l'ho qui, è pronto – dicono dagli uffici tecnici – ma dobbiamo capire quale sia la volontà politica per l'area in questione”. Insomma, ha senso accanirsi su qualcosa che, almeno in questa forma, non interessa?
A quanto pare si.
“La nostra volontà – dicono da palazzo Spada – è di valorizzare al massimo l'area del fiume Nera, e cercheremo di utilizzare tutti i mezzi a nostra disposizione. Il bando è uno di questi. Sarà necessario verificare alcuni aspetti con la direzione competente, ma sicuramente sarà proposta una nuova gara. Da valutare eventuali cambiamenti per rendere il progetto più appetibile”. Pochi chiari i tempi e le eventuali modifiche da apportare, non resta quindi che attendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • La storia | "I miei inquilini sono morosi da mesi. Sto pagando tutto io". Lo sfogo di una cittadina di Terni

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Inizia il week-end "arancione". Ecco cosa si potrà fare e cosa no

Torna su
TerniToday è in caricamento