rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità Centro

AirSelfie 2, le centraline dell’Arpa in strada e nelle scuole: “Cresce il monitoraggio”

Via al progetto che vedrà i dispositivi attivati anche in istituti pubblici e privati tra Terni e Narni. Particolare attenzione alle polveri sottili

“Aumentare il controllo dell’esposizione dei cittadini e soprattutto anche la sensibilità dei giovani all’aspetto ambientale”. Questo l’obiettivo che si pone il progetto AirsSelfie 2, che rilancia quello messo in campo l’anno scorso aumentando le postazioni di controllo. Le centraline dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale infatti saranno inserite anche sia all’interno di edifici pubblici, come alcune scuole, e privati, come l’hotel Michelangelo, che in altri punti della città. 

Il progetto è stato presentato nella sala convegni dell’Arpa, alla presenza del direttore Arpa Luca Proietti, del direttore del dipartimento Umbria Sud Francesco Longhi, dell’assessore regionale all’Ambiente Stefano Morroni, del sindaco di Terni Leonardo Latini e del presidente dell’Ordine dei Medici chirurghi e odontoiatri di Terni, Giuseppe Donzelli. Tra i partner anche la Provincia di Terni, il Comune di Narni, l’Azienda ospedaliera Santa Maria e la Usl Umbria 2.

“La qualità dell’aria della conca ternana - ha spiegato Longhi - è attualmente controllata in più postazioni con una strumentazione che rileva i principali parametri di inquinamento dell'aria. Le criticità più rilevanti che storicamente si riscontrano sono dovute in particolare al particolato (Pm10 e Pm2.5, ndr) e ai microinquinanti in esso contenuti (Nichel, Cromo, Benzo-a-pirene, ndr). Grazie al progetto AirSelfie 2 si mira anche a valutare la rappresentatività generale della rete di monitoraggio installata e l'effettiva corrispondenza tra i livelli rilevati e l'esposizione della popolazione agli inquinanti”.

Per questo è stata predisposta una rete di sensori a basso costo (che rilevano particolato Pm10, Pm2.5 e Pm1) collocati all'interno di edifici scolastici di vario ordine tra Terni e Narni. Per poter poi verificare e misurare i risultati delle diverse postazioni si è predisposta una campagna di interconfronto tra le diverse centraline. “Ad oggi - ha proseguito Longhi - la fase dell’installazione è conclusa ed è stata quindi coperta in modo uniforme l'area ternana e di Narni Scalo. Con una applicazione saranno riportati sulla mappa della conca ternana i punti di questa rete allargata costituita dai sensori a basso costo e le centraline della rete regionale e industriale, con la visualizzazione dei valori orari riscontrati dei parametri monitorati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AirSelfie 2, le centraline dell’Arpa in strada e nelle scuole: “Cresce il monitoraggio”

TerniToday è in caricamento