Arriva la Carovana dello Sport Integrato: al Gandhi il primo Polo regionale per l'inclusione sportiva

Domani l'evento conclusivo del progetto promosso dal Csen che ha coinvolto 20 regioni e tanti ragazzi

Uno dei momenti del progetto Carovana dello Sport Integrato

Arriva al Gandhi di Narni e porta con sé un bagaglio di esperienza ricchissimo, che contribuirà ad avviare il primo Polo regionale dello Sport integrato.
Si svolgerà domani dalle 8,30 alle 12,30 l'evento conclusivo del progetto Carovana dello Sport Integrato, promosso dal Csen, Centro Sportivo Educativo Nazionale, riconosciuto dal CONI e impegnato nel settore della progettazione sportiva e sociale per la promozione e la diffusione dei valori dell’integrazione e della solidarietà sociale.

L'appuntamento di domani, curato da Marco Peciarolo e Giulia Servi, racconterà il progetto basato sul viaggio, nelle 20 regioni italiane, di una “carovana” composta da 4 equipaggi, ciascuno formato da 27 partecipanti tra cui alcuni atleti disabili.
I quattro equipaggi, a bordo di altrettanti pulmini, hanno attraversato il territorio italiano proponendosi quale “Carovana dello Sport Integrato: solidarietà, integrazione, partecipazione”.
Il progetto inoltre ha collaborato con 20 scuole, 1 per Regione, attivando il percorso di alternanza scuola-lavoro al fine di maturare negli studenti e studentesse la capacità di mettersi in gioco, favorire le relazioni umane, favorire l’accoglienza e l’integrazione sociale, promuovere i valori della solidarietà, e progettare attività integrate intese a promuovere il benessere locale attraverso l’attività sportiva e di volontariato.
Il lavoro svolto con i gruppi classe ha contribuito alla elaborazione della Carta dei valori dello Sport Integrato, quale cornice di riferimento dei principi ispiratori e dei valori dello sport integrato.

I Poli regionali dello Sport Integrato

La realizzazione degli eventi locali coincide con la nuova progettazione per il bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e sarà anche l’occasione per la raccolta delle adesioni di collaborazione da inserire nella nuova progettazione per la realizzazione dei Poli Regionali dello Sport Integrato.

L'idea del progetto è di attivare un processo culturale nazionale che coinvolga direttamente le scuole, i Comuni, gli Enti del Terzo Settore in un coordinamento locale di forze, nel quale il tema dell'integrazione sia affrontato partendo dal "limite umano", come elemento trasversale per tutte le persone, e consideri l'ambiente nel quale le persone vivono, e sono inserite, come condizione fondante per analizzare il limite della disabilità. Lo sport integrato utilizzato come strumento per favorire l'integrazione sociale delle persone con e senza disabilità e contribuire alla costruzione di comunità socio-culturali inclusive, fondate sui valori umani imprescindibili e sulle ragioni delle pari opportunità per ciascuno. In Umbria, il polo regionale sarà realizzato a Narni, presso l'Iis Gandhi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

  • FOTO | Controlli a tappeto fra Terni e Narni. Posti di blocco al confine con la città

Torna su
TerniToday è in caricamento