Sabato, 31 Luglio 2021
Attualità

Arte e inclusione al parco Le Grazie di Terni: arriva ‘Communitas’ per la riqualificazione dei luoghi a disposizione della comunità

Il progetto è promosso da associazione Demetra e dall’UEPE-Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Terni e finanziato dal Dipartimento di Giustizia Minorile e di Comunità

foto Anu Hakola

‘Communitas, un orto, un sentiero, un giardino’. L’associazione Demetra, in collaborazione con l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Terni, hanno promosso tale progetto per garantire percorsi di giustizia riparativa, attraverso la partecipazione attiva alla riqualificazione di luoghi, a disposizione della comunità. Stamattina, martedì 8 settembre presso il parco Le Grazie, si è svolto il primo incontro con Guido Mitidieri - in arte Gu Mi - artista ed architetto toscano affascinato dall’esplorazione delle dicotomie presente-eternità ed umano/tecnica. Il programma prevede due ulteriori iniziative alla presenza di Giulia Pellegrini (mercoledì 9) e Francesco Re Li Calzi (giovedì 10 settembre) inserite in un contesto di tre cicli di appuntamenti fissati fino a metà ottobre. Gli incontri, aperti a tutti, avranno inizio alle 10,30 e si svolgeranno all’aperto.

Il progetto ‘Communitas’ per il parco delle Grazie di sotto, prevede anche la realizzazione di postazioni per il book crossing in collaborazione con il Centro diurno Marco Polo, fortemente intenzionato ad animare il parco anche con appuntamenti periodici del gruppo di lettura e la realizzazione di una Action Bound. Si tratta di un gioco educativo per l’esplorazione urbana, facilitato da una mobile app. In autunno sarà inoltre fruibile “Voci Recluse” un’installazione audio diffusa, contenente testimonianze di detenuti della Casa circondariale di Terni e della Casa di reclusione di Orvieto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arte e inclusione al parco Le Grazie di Terni: arriva ‘Communitas’ per la riqualificazione dei luoghi a disposizione della comunità

TerniToday è in caricamento