rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Attualità

“Valentino, uno nessuno o centomila?”, menzione speciale a Raccontami l’Umbria

L’articolo del direttore dell’Istess, Arnaldo Casali, ottiene un riconoscimento nell’ambito del premio internazionale di giornalismo promosso dalla Camera di commercio dell’Umbria. Tutti i vincitori

La giuria presieduta da Bruno Gambacorta ha proclamato i vincitori 2023 del premio internazionale di giornalismo “Raccontami l’Umbria – Stories on Umbria”, promosso dalla Camera di commercio dell’Umbria e giunto alla sua tredicesima edizione. Il 21 aprile a Perugia si terrà la cerimonia di premiazione dell’evento, inserito nel programma ufficiale del Festival internazionale di giornalismo. Grandi firme, storie di spessore e un regista americano vincitore di un Emmy Award, impreziosiscono questa edizione in cui una menzione speciale è andata anche ad un approfondito e interessante lavoro su San Valentino.

Decine le candidature che sono piovute alla segreteria del premio da Italia, Svizzera, Serbia, Germania, Malta, Spagna, Francia, Stati Uniti e Canada.

Vince nella sezione Turismo, Ambiente e Cultura la giornalista bergamasca Vannina Patanè per l’articolo “La città che vive d’Arte. Spoleto” pubblicato su Bell’Italia. Vannina (all’anagrafe Giovanna Patanè) vive e lavora a Milano e scrive di viaggi, arte, cultura ed enogastronomia. Da diversi anni collabora abitualmente con i mensili In Viaggio, Bell'Europa e Bell'Italia e con il settimanale F, tutti editi da Cairo Editore, spesso e volentieri occupandosi dell’Umbria.

Per la sezione Umbria del Gusto il premio è stato assegnato ad Alessio Turazza per il suo articolo “Trebbiano spoletino. Umbria in bianco oltre il rosso Sagrantino” uscito sulle colorate pagine di Gambero Rosso.

Turazza, milanese, è giornalista freelance specializzato in vino e gastronomia. Vanta collaborazioni con Gambero Rosso, Viaggiare con Gusto Sano e BioMagazine. Svolge spesso consulenze per siti di e-commerce e docenze per degustazioni di vini e abbinamenti gastronomici.

Per la sezione Video ha vinto il premio Francesca Pedrazza Gorlero, produttrice di “Italy Made with Love – Umbria”, uno straordinario video trasmesso dalla PBS, azienda statunitense di televisione pubblica che rappresenta 349 stazioni nazionali. Il video, girato con mezzi e tecniche all’avanguardia, è stato diretto dal regista statunitense Patrick Greene.

Vincitore di un Emmy Award, Greene vanta un’esperienza ventennale, dall’ideazione e riprese video alla realizzazione di programmi trasmessi tramite canali di distribuzione tradizionali e nuovi media. Il regista americano ha lavorato su più di 100 produzioni, dalla documentazione del recupero del tesoro del naufragio più grande al mondo, alle immersioni con gli squali tigre in Sud Africa, alla scoperta dei segreti di Machu Picchu. I suoi video sono stati trasmessi negli Stati Uniti e in milioni di case in tutto il mondo.

Il prestigioso premio della giuria è andato alla folignate Luciana Barbetti per il suo appassionante video reportage “Quintana, storia ed emozioni” andato in onda sul TgR Umbria e San Marino Tv. Attualmente vicecaporedattrice della TgR Umbria, Luciana Barbetti ha frequentato la Scuola di Giornalismo radiotelevisivo di Perugia e poi collaborato con “Il Sole 24 ore”, con l’agenzia di stampa “Radiocor” e con “Il Messaggero”.

Il premio Scuole di Giornalismo lo ha conquistato la giovane toscana Silvia Donnini - dal novembre 2020 impegnata nel master in giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino - con il suo video “A Città di Castello si celebra la trifola bianca dell’Alto Tevere Umbro” andato in onda su Studio Aperto di Italia 1.

Silvia Donnini vanta una laurea triennale in Scienze della Comunicazione e collaborazioni per testate giornalistiche Mediaset e La Nazione.

Infine sono due le menzioni speciali che la Giuria ha voluto conferire.

La prima è andata al giornalista ternano e direttore dell’Istituto di studi teologici e storico sociali, Arnaldo Casali, per il suo approfondito articolo “Valentino: uno, nessuno o centomila?” pubblicato sul prestigioso periodico Medioevo.

Laureato in storia medievale, Casali lavora in Vaticano come responsabile della comunicazione del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II. È direttore generale del Terni Film Festival e collabora con Medioevo, L’Osservatore Romano, Avvenire e TerniToday. Autore di documentari, vanta anche diverse pubblicazioni a cavallo tra cinema e spiritualità.

La seconda menzione speciale è stata conferita al giovane perugino Luca Marroni per il suo video “Umbria Nascosta, Grotta del Monte Cucco” andato in onda sulle frequenze di Umbria TV, emittente per la quale lavora dal 2021.

Marroni può vantare collaborazioni col TG5 e il diploma presso la Scuola di Giornalismo Radiotelevisivo di Perugia.

Come detto, la giuria 2023 è presieduta da Bruno Gambacorta, noto giornalista televisivo ideatore e responsabile di “TG2 Eat Parade”, affiancato dal presidente e dal segretario generale della Camera di Commercio dell’Umbria, Giorgio Mencaroni e Federico Sisti, dalla responsabile del settore stampa e comunicazione della Camera di commercio, Paola Buonomo, dall’addetto stampa dell’ente camerale, Giuseppe Castellini, dai giornalisti Federico Fioravanti, Camilla Orsini, Massimiliano Rella e da Donatella Binaglia, in rappresentanza dell’Odg Umbria del quale è vicepresidente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Valentino, uno nessuno o centomila?”, menzione speciale a Raccontami l’Umbria

TerniToday è in caricamento