Assunzioni in ospedale: “Entro tre mesi la prima tranche per le necessità più urgenti”

Il commissario uscente Pescini incontra i sindacati e prospetta il piano dell'individuazione del suo sostituto

Le assunzioni si faranno, ma in due tranche: la prima entro tre mesi, la seconda a partire da gennaio 2020. E' questa la proposta che il commissario del Santa Maria Lorenzo Pescini ha sottoposto ai sindacati, incontrati nel pomeriggio di ieri. Un incontro non senza polemica, considerando l'assenza di alcune sigle: “Al di là della mia prossima partenza, sono convinto che gli incontri con le organizzazioni sindacali siano, senza alcuna eccezione, un fondamentale e democratico momento di confronto e comprensione dei fenomeni aziendali, oltre che privilegiato tavolo di costruzione condivisa delle progettualità dell’ospedale” ha dichiarato Pescini che, ha sottolineato, lavorerà fino all'ultimo, certo che la Regione garantirà la continuità gestionale dell’ospedale con l’immediata nomina di un suo sostituto. “La Regione si è impegnata a dare all’Azienda risposte concrete entro questa settimana – spiega il commissario - e a sbloccare comunque la situazione con l’arrivo del nuovo commissario. A tal proposito, – continua Pescini -il percorso proposto alle organizzazioni sindacali è quello di realizzare il piano assunzioni già a suo tempo concordato in due fasi: una prima fase, da completarsi nei prossimi tre mesi, per la parte necessaria a sopperire alle necessità più urgenti e alla copertura del turnover; una seconda fase di più ampio respiro per la parte rimanente, da realizzarsi a partire da gennaio 2020”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento