rotate-mobile
Attualità

“Una macchina da soldi che sta impoverendo le famiglie ternane, la magistratura indaghi sulla Taric”

Esposto della Guardia nazionale ambientale alla procura di Terni sugli “incomprensibili aumenti” della tariffa sui rifiuti. Alberto Raggi: “I cittadini ternani sono fra i più tartassati d’Italia”

“Vogliamo tutelare l’ambiente di Terni e la sua popolazione. Mettiamo i fatti in mano alla magistratura perché sia fatta giustizia”. Così Alberto Raggi, presidente della Guardia nazionale ambientale dopo l’esposto presentato alla procura della Repubblica contro l’amministrazione guidata da Leonardo Latini.

“Un esposto - si legge nella nota della Gna - a tutela dei cittadini ternani, quali dirette vittime degli incomprensibili aumenti della tassa comunale Taric (tariffa rifiuti corrispettiva)”. L’esposto, curato dal team legale della Gna coordinato dall’avvocato Patrizia Marinelli del foro di Terni, chiede di eseguire gli opportuni accertamenti sull’attuale sistema di tassazione Taric “individuando e chiedendo la persecuzione dei responsabili dei fatti che emergeranno in tale sede. Dagli elementi contenuti nell’esposto appaiono delle incongruenze oggettive per cui il sistema Taric – avente quali protagonisti ASM e Comune – che doveva avere il fine di produrre efficientamenti in termini ambientali e di costi alle famiglie, si sta rivelando una macchina di soldi che sta impoverendo le famiglie ternane”. 

Raggi dal canto suo ricorda come “i cittadini ternani sono fra i più tartassati d’Italia: i dati indicano che in termini di aumento di pressione fiscale (per la Taric) solo il Comune di Vibo Valentia ha saputo far peggio. In qualità di responsabile di un ente nazionale di 4.600 uomini ormai radicato da anni nell’intero territorio nazionale, non mi stupisco più dei casi di malagestione della res publica, ma è ora di dire basta e di adoperarsi per sanare le ingiustizie in danno dei cittadini. Per questo – ribadisce Raggi - ho ritenuto doveroso mettere tale problematica nelle mani della nostra autorevole magistratura”.

Raggi annuncia anche esposti per i comuni della provincia ternana che non rispettano i parametri economici della Taric.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Una macchina da soldi che sta impoverendo le famiglie ternane, la magistratura indaghi sulla Taric”

TerniToday è in caricamento