menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terni, i maltrattamenti sono anche over65: arriva lo sportello per aiutare le donne anziane

Al via l'iniziativa di Auser: un numero per dare voce alle vittime di violenza dentro e fuori le mura di casa

Quando si parla di violenza domestica, ci si trova di fronte a un vero e proprio mondo dalle tante, drammatiche, sfaccettature. Le violenze psicologiche e fisiche rimangono troppo spesso nascoste, troppo spesso fino ai tragici epiloghi a cui, purtroppo, i fatti di cronaca ci hanno abituati. Se a rimanere più impresse nella memoria pubblica sono le storie che vedono protagoniste donne più o meno giovani, con figli più o meno piccoli, ad essere poco raccontato è la violenza che riguarda le donne anziane, soprattutto in ambito domestico.

Ed è proprio a questo mondo che vuole guardare l'Auser di Terni con il progetto Doppiamente Fragili, che vuole fornire un aiuto e un sostegno alle donne anziane vittime di violenza, vessazioni e maltrattamenti.

Le donne anziane che subiscono qualche forma di violenza o prevaricazione fisica o psicologica dentro e fuori le mura di casa, sono spesso sole e fragili, vittime di chi vuol derubarle e sopraffarle. La violenza alle donne anziane è un fenomeno diffuso e silente, poco raccontato, senza statistiche ufficiali e dati recenti. Tra tutte le forme di abuso quella dell’abbandono e dell’incuria risulta forse la più diffusa: quando si priva l’anziano della possibilità di vivere una vita dignitosa.

Le donne anziane potranno contattare il numero verde del Filo d’Argento Auser 800-995988 e il numero 0744-496218 per chi chiama dal cellulare.

“Su Terni uno sportello come questo non esiste, al di là della fondamentale attività delle forze dell'ordine – dice il presidente di Auser Terni Alessandro Rossi -. Credo sia opportuno far sapere alle persone che c'è una possibilità, che è possibile chiamare un numero e confrontarsi con una persona, una voce amica, che può supportare, aiutare, consigliare”.

Tutto è partito dall'attività del Filo d'Argento dell'Auser: “Noi riceviamo soprattutto telefonate riguardanti varie richieste di aiuto per accompagnamento, commissioni, per fare due chiacchiere – continua Rossi -. E' capitato, però, di ricevere telefonate che esprimono disagio e lamentele non direttamente riconducibili a situazioni di violenza, ma che potrebbero nascondere situazioni che vale la pena seguire”.

Per fornire il massimo supporto al progetto, per due volte a settimana sarà presente presso l'Auser una psicologa clinica, che ha effettuato uno specifico corso di formazione, preparata in maniera specifica anche sul tema e che potrà fornire un supporto psicologico alle donne che chiameranno.

“Vogliamo dare voce a quelle persone che non riescono a parlare, ad esprimersi e a chiedere aiuto - conclude Alessandro Rossi -. Basti pensare a quanto accaduto in alcune strutture per anziani, anche se la nostra esperienza su Terni ci ha sempre portato in centri che sono un valore aggiunto per la città, con personale molto molto preparato. Se dovessimo ricevere delle richieste d'aiuto, potremo supportare la persona e, ovviamente, oltre a dare indicazioni, diremo di rivolgersi alle Forze ordine per denucniare gli episodi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento