Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Auto e moto d’epoca: “135 modelli collezionati. Dalla Ferrari acquistata con la liquidazione alla Mercedes dei gerarchi fascisti”

Il racconto di Pier Giorgio Castelli e la mostra visitabile su prenotazione situata nell’ex stabilimento della Coca Cola a Stroncone

Una grande passione coltivata nel tempo, scaturita in una splendida collezione di auto e moto d’epoca. Il 15 gennaio 2008 Pier Giorgio Castelli ha inaugurato la sua mostra permanente, nell’ex stabilimento della Coca Cola a Stroncone. Al suo interno possono essere ammirati 135 modelli: 50 vespe, altrettante moto e trentacinque automobili. Un vero e proprio spettacolo da osservare da vicino, dopo aver fatto espressa richiesta di prenotazione.

“La passione per le auto e moto d’epoca nacque nel 1980 quando avevo 35 anni” racconta alla nostra redazione di www.ternitoday.it Pier Giorgio Castelli il quale, sin da piccolo, aveva dimostrato una particolare predisposizione e grande manualità per la meccanica in generale. “Ho iniziato a collezionare tutte le moto che erano presenti nei magazzini e cantine, dei miei concittadini. Ne avevo raccolte moltissime ma erano da restaurare, già usate, e quindi avevano fatto il loro corso. Complessivamente circa trecento. Dopo aver riempito diversi magazzini e proceduto ad opere di manutenzione ho constatato quanto potevano essere lunghi e costosi i restauri”.

Il passaggio successivo: “Decisi così di acquistare le prime moto Guzzi che mi avevano appassionato fin da giovane, collezionando le moto Guzzi 500 costruite dal 1965 con il volano fuori. In totale sono più di venti e fanno parte della mia collezione”. Ulteriore step per espandere ulteriormente l’esposizione: “Nel 1990 allargai l’orizzonte alle vespe le quali, in passato, non mi avevano destato un interesse particolare. Tuttavia, con il passare del tempo, mi resi conto che c’era un bel movimento. Da allora ne ho raccolte più di 50 e vendute tantissime. Nessuno pensava che, a quell’epoca, la Piaggio potesse diventare un business. Nel 1995-2000 è infine sbocciata la passione per le macchine. In primis acquistai una Ferrari con i soldi della mia liquidazione. Poi sono passato a comprare altre macchine tra cui otto Alfa Romeo, sette Fiat ed altre marche straniere per un complessivo di trentacinque automobili. Di Fiat, ad esempio, ne detengo una 501 del 1924, una 509 del 1927, una Balilla Berlina del 1935 e Balilla Coppa D’Oro del 1934. Quest’ultima – afferma Castelli – è la più importante, di color celeste, poiché ha un passato storico sportivo ed un valore maggiore”. Altre auto dal grande fascino: “La Montreal dell’Alfa Romeo, una Mercedes 170 dei gerarchi fascisti. L’ho trovata a Terni, modello che ha avuto anche Mussolini. La passione è poi proseguita anche con una Porsche ed una Ferrari”. Insomma c’è davvero tanto da vedere tra auto, moto e scooter. Per maggiori informazioni è possibile consultare il portale di riferimento www.motoepocacastelli.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto e moto d’epoca: “135 modelli collezionati. Dalla Ferrari acquistata con la liquidazione alla Mercedes dei gerarchi fascisti”

TerniToday è in caricamento