Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Autovelox a Maratta, l'attacco: “Quasi 500 multe al giorno. Repressione e fiumi di denaro incassati”

I gruppi consiliari di Movimento Cinque Stelle, Senso Civico, Partito Democratico e Terni Immagina: “La sicurezza stradale è una priorità ma è chiaro che se si elevano 466 multe al giorno non si sta facendo prevenzione”

foto di repertorio

9326 sanzioni in venti giorni, nel periodo compreso tra il 10 e 30 giugno, per ciò che concerne l’autovelox collocato in via Lessini. I numeri sono riportati dall’edizione odierna – giovedì 19 agosto – del Corriere dell’Umbria ed oggetto di un intervento delle opposizioni dopo che, nei giorni scorsi, i consiglieri del Movimento Cinque Stelle avevano fatto richiesta di accesso gli atti. “Gli autovelox che deprimono la città sono una torchiata per mantenere l'inefficienza del Palazzo. Gli autovelox posizionati in fretta e furia lungo alcune arterie cittadine fanno capire l'intento dell'amministrazione ossia fare cassa per mantenere l'apparato e le poltrone”. I gruppi consiliari di Movimento Cinque Stelle, Senso Civico, Partito Democratico e Terni Immagina affermano in una nota: “Non sono le accuse che oggi l'opposizione lancia al sindaco leghista Leonardo Latini dopo che i ternani, con l'installazione dell'autovelox a Maratta, sono stati usati come il bancomat della sua giunta. Sono semplicemente le dichiarazioni che l'attuale capogruppo della Lega Federico Brizi, al tempo consigliere comunale in quota Pdl, rilasciava in riferimento agli autovelox di via Alfonsine e viale dello Stadio. Così come riportano gli articoli di stampa di allora”.

A tal proposito i consiglieri ricordano: “E pensare che in quel contesto, secondo i numeri forniti dal Comune di Terni si parlava, sempre stando alle cronache di allora, di circa 150 scatti al giorno nel corso del primo mese. Oggi, la media delle multe elevate quotidianamente sarebbe di 466 al giorno. Ora però per il capogruppo della Lega va tutto bene”. Ed ancora: “La sicurezza stradale è una priorità, sacrosanto il rispetto delle regole, ma è chiaro che se si elevano 466 multe al giorno non si sta facendo prevenzione, si fa repressione e si incassano fiumi di denaro.  Ci domandiamo - concludo i gruppi di opposizione - che credibilità abbia l'amministrazione comunale quando parla di autovelox e sicurezza stradale. A Terni lo stato delle pavimentazioni stradali è penoso con buche che creano problemi sia alle auto che ai pedoni. Inoltre le strisce pedonali a malapena sono visibili; i semafori spesso rimangono spenti per mesi dopo un semplice guasto”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox a Maratta, l'attacco: “Quasi 500 multe al giorno. Repressione e fiumi di denaro incassati”

TerniToday è in caricamento