rotate-mobile
Attualità Amelia

Nasce il Protocollo Barbara Corvi: “Accoglienza per le donne vittime di mafia: continuiamo a cercare la verità”

La Meloni (Pd), vicepresidente della Commissione consiliare regionale antimafia, ad Amelia per la seduta straordinaria dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata

Nasce il Protocollo Barbara Corvi, con l’obiettivo di attivare percorsi di accoglienza per le donne vittime di mafia. Ad annunciarlo è la consigliera regionale del Pd Simona Meloni, vicepresidente dell’assemblea legislativa e vicepresidente anche della Commissione consiliare Antimafia. La Meloni venerdì pomeriggio ha partecipato alla seduta straordinaria dell’Osservatorio regionale sulla criminalità organizzata che si è tenuto ad Amelia. 

“Barbara Corvi - spiega la Meloni - è un simbolo di una donna contro la violenza, della donna che decide di allontanarsi dalla famiglia e che misteriosamente scompare. E l’arresto del marito, poi scarcerato, è stato emblematico relativamente alla vicenda. Continuare a lavorare per stabilire la verità sulla scomparsa della giovane donna di Amelia è fondamentale così come è fondamentale il coinvolgimento della popolazione e la sua sensibilizzazione, come la campagna ‘Verità per Barbara Corvi’, che coinvolgerà gli enti locali attraverso strumenti visivi e visibili. Ritengo che sia importantissimo anche quello che sarà il cosiddetto ‘Protocollo Barbara Corvi’, che attiverà percorsi di accoglienza per le donne che, sopravvissute alla violenza mafiosa, vogliano intraprendere percorsi di allontanamento dalle organizzazioni criminali. Sulla storia di Barbara – conclude Meloni – non può e non deve scendere l’oblio e le istituzioni hanno il compito di continuare a lanciare appelli contro l’omertà, affinché chi sa parli e denunci quello che è successo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il Protocollo Barbara Corvi: “Accoglienza per le donne vittime di mafia: continuiamo a cercare la verità”

TerniToday è in caricamento