rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Attualità

Biblioteca comunale: “Impegno alla riapertura al sabato nonostante le enormi difficoltà”. Tessera sanitaria: “Perplesso dall’accettazione”

Confronto in seconda commissione sul regolamento e la possibilità di estendere l’orario. L’emendamento dell’opposizione viene respinto

Un vero e proprio confronto quello che è andato in scena nel corso della mattinata di oggi, lunedì 6 giugno, a Palazzo Spada. Originariamente l’ordine del giorno verteva sull’approvazione del nuovo regolamento della biblioteca comunale. Tuttavia il dibattito si è essenzialmente incentrato sulla possibilità di riaprire la struttura, quantomeno al sabato.

Ad inaugurare gli interventi l’assessore alla cultura Maurizio Cecconelli: “Il regolamento necessitava di alcune modifiche, oltre un adeguamento all’uso ed al contesto del momento, poiché risalente al 2012”. Quattro gli articoli che sono stati oggetto di intervento: articolo 3, articolo 4, articolo 12 e articolo 20. Con cinque voti favorevoli e due astenuti la commissione ha approvato. Ci ha pensato il capogruppo di Senso Civico Alessandro Gentiletti ad animare il dibattito, presentando l’emendamento che ha scatenato il confronto, con tanto di pausa richiesta dalla maggioranza.

Il capogruppo ha affermato: “Si tratta di modifiche pratiche che vanno a facilitare l’accesso ai prestiti. Mi lascia perplesso l’accettazione della tessera sanitaria. Non c’è una fotografia di riconoscimento. Pertanto potrebbe risultare difficoltoso rintracciare nel caso di furti e danneggiamenti. Si creerebbe un problema”. Focus sull’orario: “La biblioteca deve essere un luogo di ritrovo per i giovani. A Terni è stato sottolineato che l’accesso è centellinato. Abbiamo fatto un emendamento a proposito e lo presentiamo” ha dichiarato Gentiletti che lo ha sottoscritto insieme ai colleghi di opposizione Comunardo Tobia, Francesco Filipponi e Paolo Angeletti.

Il testo: “La biblioteca dovrà essere aperta ogni giorno della settimana sia feriale che festivo con orario continuato. In particolare l’orario di apertura dovrà essere garantito nel periodo dal 30 aprile al 30 settembre almeno dal lunedì a venerdì dalle 8 alle 20, il sabato dalle 8 alla mezzanotte e la domenica dalle 10 alle 22. Nel periodo tra il 1 ottobre al 29 aprile dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19 e il sabato dalle 8 alle 20. La domenica dalle 10 alle 20.”.

Successivo intervento di Michele Rossi (Terni civica): “La Bct ha sempre funzionato. Il tema caldo è la riapertura al sabato. So per certo che esistono enormi difficoltà tra il personale della biblioteca. Pertanto è necessario un confronto ed una concertazione tra le parti interessate e non una imposizione sugli orari”. L’assessore ha precisato che: “La tessera sanitaria è richiesta per l’iscrizione non per il prestito” in attesa di ulteriori approfondimenti. “Per la questione orari – ha poi aggiunto – necessario intavolare delle trattative e riuscire a trovare una quadra”. Il tema ha solleticato il capogruppo Gentiletti che ha ribattuto: “Al di là dell’ora in più o meno l’aspetto preponderante è riaprire la biblioteca nei weekend. Se non ci riesce non deve passare il messaggio che non c’è voglia di lavorare”. Infine la presidente Rita Pepegna: “Rispettiamo i lavoratori e per questo motivo l’orario deve essere ragionato, dopo una serie di trattative sindacali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biblioteca comunale: “Impegno alla riapertura al sabato nonostante le enormi difficoltà”. Tessera sanitaria: “Perplesso dall’accettazione”

TerniToday è in caricamento