menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
biblioteca

biblioteca

Biblioteca Comunale, la proposta: “Sperimentare il co-working modello di condivisione cittadina”

Il Movimento cinque stelle ha presentato un’interrogazione a tal proposito relativa alle attività di Co-working pubblico

E’ stata al centro di un dibattito acceso, dopo la proposta del consigliere Devid Maggiora di intitolarla ad Oriana Fallaci. La Biblioteca Comunale di Terni rappresenta un punto di riferimento per centinaia di persone, soprattutto giovani, dove è possibile studiare, leggere, utilizzare gli strumenti informatici a disposizione e partecipare ai numerosi incontri in programma.

Sono trascorsi quasi quattro anni dalla seduta del Consiglio comunale del 26 aprile 2016. In quel consesso venne approvato un atto di indirizzo all’interno del quale il comune si impegnava a reperire una location da poter concedere in uso alla cittadinanza, al fine di promuovere la nuova imprenditoria e le comunità di start-up.

Un progetto che non ha avuto seguito

A distanza di quasi quattro anni tale iniziativa non ha ancora avuto seguito, osservano i consiglieri del Movimento cinque stelle. I pentastellati infatti hanno presentato un’interrogazione, chiedendo delucidazioni in merito a sindaco ed assessori competenti. Il progetto di co-working pubblico sarebbe un modello di condivisione cittadina e di promozione di attività in condivisione – affermano - come già sta accadendo per altri municipi limitrofi.

Inoltre: “il comune di Terni aveva aperto un avviso per manifestazioni di interesse per il progetto DigiPass+Hub con data di scadenza 31 luglio 2019, che interessava anche le aree della BCT”. Si richiede pertanto se tale manifestazione abbia ricevuto un riscontro positivo ed eventualmente quali siano i tempi di realizzazione considerando che, potrebbe risultare un’opera confacente allo spirito innovativo della biblioteca far coabitare giovani studenti con coloro i quali intraprendono il percorso lavorativo nella modalità di start-up.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento