Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Stroncone, la presa di posizione: “Bilancio capiente ma troppa timidezza. Mancano investimenti per il territorio comunale”

La nota dei consiglieri di Prima Stroncone: “Ci saremmo aspettati maggiore progettualità in questa fase che ci auspichiamo di trovare in sede di bilancio consuntivo”

foto di repertorio

“E’ con grande soddisfazione che l’amministrazione ha approvato, nel consiglio comunale di sabato 10 aprile, il DUP ed il bilancio di previsione 2021-2023”. Il sindaco Giuseppe Maltevani, annunciando tale novità per il proprio comune, ha anche dettagliato gli interventi in programma. Tra questi: “La messa in sicurezza di Aguzzo, la riqualificazione del centro storico e delle mura castellane. Inoltre la riqualificazione energetica degli edifici comunali e del Parco della Madonna del Colle. Inoltre previsti anche il potenziamento dell’illuminazione ai Prati di Stroncone, l’ammodernamento ed il potenziamento dell’impianto di videosorveglianza, ed ulteriori investimenti sulla scuola Luigi Lanzi del capoluogo”.

I consiglieri di Prima Stroncone, a margine dell’approvazione, esprimono il loro parere su Documento Unico di Programmazione e bilancio di previsione, confermando la capienza dello stesso ma ponendo alcuni distinguo. Secondo il gruppo consiliare: “Non vediamo una ambiziosa visione prospettico/amministrativa. Rivendichiamo il fatto che il DUP debba invece rappresentare a tutti gli effetti un atto politico, espressione delle ambizioni e dell’orientamento dell’amministrazione e della giunta”. Entrando nel merito: “Ci saremmo aspettati maggior ambizione che purtroppo non troviamo, nonostante la grande capienza di bilancio, con troppa liquidità accantonata di cui non troviamo traccia tra gli investimenti programmatici. Non ci sono – affermano - tracce di investimenti in turismo, sport e sviluppo economico. Non è presente un progetto concreto di sviluppo dell’area montana dei Prati di Stroncone, più volte ed a gran voce da noi richiesto, le frazioni sono dimenticate, così come i cimiteri e la viabilità rurale e secondaria”.

Ed ancora: “Confidiamo infine che, la nostra posizione, possa fungere da impulso e stimolo per la giunta tutta e per il sindaco. Al di là di una buona politica di marketing, paiono ancora troppo timidi a fronte di grandi disponibilità economiche. A tal proposito – concludono - abbiamo già inviato undici interrogazioni che speriamo siano prese in considerazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncone, la presa di posizione: “Bilancio capiente ma troppa timidezza. Mancano investimenti per il territorio comunale”

TerniToday è in caricamento