rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

Bilancio consolidato, il consiglio approva: rivisto il ruolo di alcune partecipate

L’assemblea di Palazzo Spada dà l’ok al documento finanziario: risultato di esercizio da 4 milioni, il patrimonio netto supera i 250

Arriva l’ok del consiglio comunale al bilancio consolidato del Comune di Terni. Con 20 voti a favore, 3 astenuti e  9 contrari, passa l’atto che rivede anche il ruolo nel perimetro contabile dell’amministrazione di alcune partecipate. 

Il bilancio è stato presentato dall'assessore al Bilancio Orlando Masselli e ricostruisce in maniera consuntiva, attraverso l’aggregazione dei bilanci di esercizio delle partecipate, la situazione patrimoniale e finanziaria del gruppo di enti e società che fanno capo al Comune. 

Una significativa novità del bilancio consolidato 2020 riguarda il perimetro di consolidamento, da cui sono state escluse la Fondazione Teatro Stabile dell’Umbria, il Consorzio Villa Umbra e la società Umbria Distribuzione Gas. Le prime due partecipate sono uscite dal perimetro per irrilevanza determinata dal calcolo effettuato sulla base dei bilanci 2020, mentre Umbria Distribuzione Gas è stata esclusa per procedure contabili.

“Il bilancio - ha spiegato Masselli - riporta per l’annualità 2020 un risultato d’esercizio di 4.021.411,78 euro, registrando un forte decremento rispetto al 2019 quando ammontava a 22.957.557,27 euro. La flessione è prevalentemente imputabile a due fattori: il generale rallentamento delle vendite, quindi dei ricavi, e la componente negativa derivante dal lavoro di ripulitura fatto dal Comune sui residui attivi riguardanti le partite precedenti al dissesto, crediti che sono stati cancellati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio consolidato, il consiglio approva: rivisto il ruolo di alcune partecipate

TerniToday è in caricamento