Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Terni, Giovanni Maggi: “A settembre interventi prioritari per Cesi e cavalcavia. La macchina amministrativa va oliata”

L’assessore preposto fa il punto della situazione: “Nel mese di settembre il cavalcavia sul raccordo e gli interventi per la frazione di Cesi opere cruciali”

Un primo bilancio da tracciare, dopo quasi tre mesi dall’insediamento. L’amministrazione comunale ha ereditato i progetti della precedente giunta, ritoccando dove è possibile in base ai propri intendimenti e procedendo nel mettere a terra ulteriori, con l’obiettivo di dare impulso alla città. In ogni esecutivo, a fare da traino allo sviluppo di ogni singolo progetto è l’assessorato ai lavori pubblici, all’interno del quale lavorano tecnici ed esperti del settore. L’assessore Giovanni Maggi rappresenta il vertice di una sorta di piramide, dove ognuno mette a disposizione le proprie competenze.

Alla nostra redazione di www.ternitoday.it l’assessore Maggi indica, in primis, le due opere che nel mese di settembre diverranno prioritarie: “Il progetto Cesi porta dell’Umbria, rientrante nel Pnrr. Porremmo particolare attenzione, in tutte le fasi – al momento siamo in quella antecedente ed organizzativa rispetto all’inizio lavori – per la gestione dei fondi, lo sviluppo del borgo tra albergo diffuso ed attività commerciali. Stiamo inoltre operando per il cavalcavia Gabelletta-Maratta, attenzionato dal momento in cui ci siamo insediati. L’infrastruttura è di portata notevole per la viabilità della zona nord della città. A breve – sottolinea – usciremo con un cronoprogramma dettagliato che dovrà essere rispettato all’ora, per superare le problematiche emerse”.

Attesa enorme per la conclusione degli interventi del PalaTerni: “Opera in project financing dove si stanno rispettando le tempistiche contrattuali. Inoltre possiamo contare sull’impegno di Salini, in vista dei mondiali paralimpici di scherma, importante trampolino di lancio per la città. Siamo naturalmente contentissimi che si riesca ad utilizzare la struttura che dovrà essere completata, una volta terminata la competizione”. Focus PalaDiVittorio: “La consegna dei lavori, dopo l’aggiudicazione, è datata 10 luglio. La durata degli interventi è pari a 138 giorni. Se non ci saranno imprevisti e motivi di proroga, nel mese di dicembre termineremo il restyling. Naturalmente è previsto un collaudo antecedente alla riapertura”.

Altro nodo cruciale per la città: “Il cantiere di via Urbinati con termine previsto per il 6 febbraio del prossimo anno. Siamo fermamente intenzionati a far rispettare le scadenze. Altra questione è quella del sottopasso di via Aroldi, molto impattante per la viabilità nel momento in cui inizieranno i lavori che interesseranno direttamente via dello Stadio”. Sono complessivamente 41 i progetti finanziati e rientranti nel Pnrr, di cui ventisette afferenti ai lavori pubblici. Il teatro Verdi riveste una importanza preponderante. Ci sono anche i parchi sui quali l’assessore fornisce ulteriori ragguagli: “Per la Passeggiata la consegna lavori è datata 10 luglio ed il termine è fissato a febbraio 2024. Infine a Cardeto il completamento del fabbricato detiene le medesime scadenze, dopo interventi dalla durata di 210 giorni”.     

Le modalità operative indicate da Giovanni Maggi: “Il nostro impegno principale è rispettare i tempi, riducendo i disagi per i cittadini. La necessità pregnante – osserva – è rivedere la struttura e le modalità della macchina comunale che sconta di criticità burocratiche e contestuali lungaggini. Pertanto è necessaria un’oliatura fermo restando che esperienza e professionalità non mancano. Stiamo lavorando per ricevere finanziamenti, instaurando un dialogo con il commissario per la ricostruzione post sisma, in modo particolare per Colle dell’Oro. Se il terremoto ha causato dei danni – conclude dell’assessore – ogni amministrazione può richiedere dei finanziamenti. E noi siamo pronti in tal senso”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terni, Giovanni Maggi: “A settembre interventi prioritari per Cesi e cavalcavia. La macchina amministrativa va oliata”
TerniToday è in caricamento