Attualità

Bomba d’acqua nell’Amerino, Confartigianato: “Subito stato d’emergenza e aiuti alle imprese”

L’associazione di categoria reclama il supporto della Regione Umbria per far fronte ai danni causati dagli allagamenti dei giorni scorsi

Un supporto immediato alle imprese da parte della Regione. È questa la richiesta di Confartigianato Imprese Terni che chiede lo stato di emergenza e, comunque, un intervento da parte delle istituzioni per concedere aiuti alle imprese duramente colpite dagli allagamenti causati dalla bomba d’acqua che ha messo in ginocchio i Comuni dell’Amerino. 

I gravi danni hanno riguardato soprattutto i territori di Guardea, Avigliano, Montecastrilli. “Molto ingenti - afferma la Confartigianato in una nota - sono i danni lamentati dalle imprese colpite delle zone artigianali di vocabolo Rena, Palombaro, Castel dell’Aquila, aziende costrette a fermare le attività con necessità urgente di sostituzione di impianti e merci deteriorati, interventi edilizi e impiantistici di recupero della funzionalità degli edifici e delle aree produttive. Le imprese del territorio, già in crisi a causa delle conseguenze economiche dell’epidemia da coronavirus, si trovano oggi a fronteggiare un ulteriore evento calamitoso che mette a rischio la tenuta stessa  del tessuto produttivo. Al di là delle procedure burocratiche e delle diverse normative applicabili Confartigianato Terni ritiene urgente che le istituzioni mettano in campo subito degli aiuti specifici ed efficaci a difesa delle imprese e dell’occupazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba d’acqua nell’Amerino, Confartigianato: “Subito stato d’emergenza e aiuti alle imprese”

TerniToday è in caricamento