rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità Collescipoli

Il brand gnocchetto da sviluppare e le poche attività commerciali che resistono: opportunità e criticità a Collescipoli

Il borgo risente dello spopolamento e la mancanza di ricambio generazionale. Buoni i riscontri dal turismo che potrebbe essere potenziato

Un silenzio che profuma di pace e tranquillità. La mattina di un martedì ‘qualunque’ di gennaio abbiamo varcato la Porta Ternana per fare una visita a Collescipoli, borgo affascinante quanto abbandonato, sotto certi punti di vista. Nonostante l’impegno degli abitanti e gli ultimi recenti interventi dell’amministrazione comunale l’abitato risente della ‘distanza’ dalla città e dello spopolamento ormai inesorabile, causato soprattutto dalla mancanza di ricambio generazionale. Doveroso fare un preambolo: visitate Collescipoli e non ve ne pentirete.

Sono diverse le serrande abbassate, in altrettanti locali storici. Tuttavia alcune attività commerciali resistono come è il caso della Genga, dei negozi alimentari, della farmacia oltre che lo sportello delle Poste. Il circolo Centro sociale e culturale del posto, nonostante le difficoltà, sta tenendo duro mediante la riapertura del tesseramento, programmando anche ulteriori attività – non solo ricreative – ma anche di natura culturale. Rappresenta un punto di riferimento anche per i turisti che possono contare su un appoggio costante. A tal proposito, come raccolto da alcune testimonianze, il settore in grande espansione – negli ultimi periodi – ha avuto significativi riscontri anche nella frazione. Gli eventi sportivi organizzati durante l’anno, il desiderio di farsi un weekend in Umbria, godere dei paesaggi e camminamenti incentivano in tal senso. Di certo aiuterebbe una maggiore promozione, facendo conoscere e divulgare le bellezze del territorio collescipolano.

Alcune criticità emerse, andando a curiosare tra i vicoli: i pochi servizi offerti, dal punto di vista dei trasporti e del commercio, già menzionato. La manutenzione stradale carente, in alcune vie (è oggettivo ricordare anche gli interventi che ci sono stati dopo una lunga attesa ereditata dal passato), le mura esterne piene di vegetazione, l’ascensore che non funziona e la mancanza di un punto di ritrovo per i giovani, al netto del campetto che è stato riaperto grazie all’impegno del capogruppo del Movimento cinque stelle Federico Pasculli e del successivo intervento dell’attuale amministrazione. Il borgo meriterebbe maggiore attenzione anche per garantire aperture continuative dei suoi gioielli che potrebbero essere visitati.

Opportunità da sviluppare. Sul tema è doveroso menzionare lo gnocchetto come brand gastronomico che dovrebbe rappresentare una via maestra. L’ultima edizione della sagra, in tal senso, ha portato centinaia e centinaia di persone che si sono messe in fila per gustare il piatto per eccellenza. Anche alla Genga è possibile apprezzarlo in tutte le sue sfaccettature. Tra l’altro il locale è l’unico punto di riferimento, soprattutto nelle ore serali. Pertanto si potrebbe lavorare ulteriormente per sviluppare appieno questa tipicità del paese. Ci sarebbero ulteriori spunti interessanti: il legame tra San Nicola e Babbo Natale, senza dimenticare il discorso del jazz, la riapertura delle cantine e la diffusione ulteriore dell’Hermans Festival. In tutto questo contesto è lodevole l’impegno dei cittadini che hanno abbellito il borgo, di recente, anche attraverso dei lavori di manutenzione. Intanto proprio domani, domenica 15 gennaio, tornerà un appuntamento con la tradizione ossia la festa di Sant’Antonio Abate, per le vie del paese. Una bella occasione per fare un salto al paese.

Detto in parole povere. Le potenzialità ci sono tutte ma scontano altrettante problematiche derivate, in particolare, dallo spopolamento. C’è molto da vedere e scoprire a Collescipoli, altrettanto potrebbe essere mostrato e riscoperto. Basta volerlo.     

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il brand gnocchetto da sviluppare e le poche attività commerciali che resistono: opportunità e criticità a Collescipoli

TerniToday è in caricamento