Caldo infernale, malori in aumento

Temperature altissime fino a domani, in media due malori al giorno a causa dell'afa con relativa corsa al Pronto soccorso. Al Santa Maria scatta il piano 'anti-afflusso'

Afa e temperature torride fino a sfiorare i 40 gradi, con la percezione corporea ancora maggiore a causa dell'midità. La Conca arde, un bollore insopportabile soprattutto per le persone più deboli come anziani, neonati, cardiopatici e malati. Sono in aumento dunque i malori. Domani si prevedono temperature ancora più elevate, per questo l'ospedale ha già attivato un piano anti-afflussso, per contenere e 'fare scorrere' gli accessi del Pronto soccorso. "In relazione alla possibile criticità collegata al picco di calore e alle alte temperature previste nei prossimi giorni - si legge in una nota del Santa Maria - la direzione dell'Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni  ha adottato le misure previste dalle “Linee di indirizzo regionali per la prevenzione e la gestione degli effetti del caldo sulla salute” .  In particolare, a tutti i professionisti dell'Azienda è stato raccomandato di segnalare tempestivamente qualsiasi eventuale disservizio di climatizzatori e impianti elettrici e idraulici ai referenti dell'ufficio tecnico, affinché possa essere immediatamente attivata la squadra di  tecnici che per i prossimi 7 giorni sono stati messi a disposizione h24 dalla ditta appaltatrice del servizio".

La direzione ricorda inoltre che  in questi casi, oltre a quanto definito dalla Regione Umbria e in accordo con la Azienda USL Umbria 2, è operativo il piano PEIMAF cioè l'insieme di procedure previste in caso di maxi-afflusso di persone al Pronto Soccorso e al DEA (Dipartimento Emergenza Accettazione).
 
Per quanto riguarda i ricoveri riconducibili in qualche modo al caldo, al momento il trend è  in leggero aumento rispetto all’anno scorso. Nelle ultime due settimane, su una media giornaliera di 115 accessi al Pronto soccorso, si sono registrati circa 2 casi al giorno che erano legati, a parte un caso di vera disidratazione, ad una riacutizzazione di patologie croniche in soggetti anziani (scompenso cardiaco, insufficienza respiratoria e renale). Dall'azienda ospedaliera inoltre fanno sapere che "per quello che riguarda i condizionatori non ci sono al momento problemi"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento