Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità Calvi dell'Umbria

Il rombo dei trattori, la ciambella benedetta e la tradizione: si rinnova la festa di sant’Antonio Abate

In tanti hanno preso parte all’appuntamento nella frazione di Santa Maria della Neve a Calvi dell’Umbria

Una tradizione che torna dopo alcuni anni. La pandemia aveva infatti costretto gli abitanti della frazione di Santa Maria della Neve di Calvi dell’Umbria ad annullare il pur atteso appuntamento. La voglia di ritrovarsi era però tanta e domenica scorsa (la festa cade il 17 gennaio, ma l’appuntamento era stato rinviato a questa domenica 29) nessuno è voluto mancare ad un rito che affonda le proprie radici nella notte dei tempi: la messa, processione e benedizione di animali e mezzi agricoli in occasione della festa di sant’Antonio Abate.

Così, alle 10 tutti si sono ritrovati nella chiesa del paese per assistere alla messa al termine della quale è iniziata la festa dedicata al santo, protettore degli animali. Dapprima con la processione, alla quale oltre ai fedeli hanno partecipato anche le confraternite ed il sindaco di Calvi, poi l’atteso momento della benedizione dei mezzi agricoli e degli animali. Lo scoppio dei classici mortaretti ha sottolineato il momento della benedizione. Poco dopo, il rombo di circa cinquanta trattori ha invaso il piazzale e la provinciale Maglianese che passa proprio accanto alla chiesa. C’erano mezzi moderni, di ultima generazione, ma anche altri che da decenni solcano i campi delle campagne circostanti.

Il parroco, don Quintilio Bonapace, ha dunque benedetto i mezzi che transitavano lentamente davanti a lui ed i tanti animali (cani, gatti, conigli, galli e cavalli) accompagnati dai loro proprietari. Al termine festa collettiva e rinfresco con l’immancabile ciambella benedetta, torte salate ed altri dolci e la consegna ai partecipanti del santino recante l’immagine di sant’Antonio abate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rombo dei trattori, la ciambella benedetta e la tradizione: si rinnova la festa di sant’Antonio Abate
TerniToday è in caricamento