rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Parchi a Terni, segnalazioni ai giardini di Campo Fregoso e viale Brenta: “Bambini e disabili penalizzati”

Il capogruppo del Partito Democratico Francesco Filipponi ha presentato un’interrogazione a riguardo sottoponendo le varie criticità riscontrate

Una serie di segnalazioni, confluite in sopralluoghi che hanno poi portato alla presentazione di un’interrogazione. Il capogruppo del Partito Democratico Francesco Filipponi ha depositato un atto, rivolto a sindaco e giunta, concernente due aree del centro cittadino. Nella fattispecie i giardini di via Campo Fregoso, recentemente riqualificati e quelli di viale Brenta dove è stata da poco realizzata una pista ciclabile.

“A seguito di tali interventi – esordisce Filipponi nell’interrogazione - sono emerse alcune criticità in particolare per i bambini e le persone con disabilità derivanti sia dalla progettualità che per l’uso di materiali forse poco idonei, oltre che dalla mancanza di attrezzatura ludica e di barriere fisse per la sicurezza personale in punti critici, sia interni che perimetrali”. L’approfondimento: “Nei giardini di via Campo Fregoso è stata eliminata una barriera di sicurezza metallica, utile a scongiurare fughe improvvise o di istinto, da parte dei più piccoli o verso l’attraversamento della pista ciclabile, di nuova realizzazione, o ancora nella peggiore delle ipotesi, verso l’attraversamento della omonima via, arteria molto trafficata e pericolosa. Anche l’eliminazione della protezione metallica intorno alla fontana può rappresentare una criticità, per i bambini più piccoli, in particolar modo per coloro che sono ai primi passi, poiché nella vasca si trovano permanentemente circa trenta centimetri d’acqua. La soppressione di una entrata/uscita intermedia e la carenza di ingressi idonei per persone con disabilità rappresentano ulteriori punti critici su cui lavorare”.

Altra problematica evidenziata da Filipponi: “Gli ingressi con un fondo non ammassato, per le ruote delle carrozzine per persone con disabilità motoria e per passeggini, possono causare difficoltà nella fruibilità della pavimentazione. Inoltre non si è provveduto alla messa in sicurezza del cancello di servizio per addetti, verso la protezione dall’argine del sottostante fiume Nera, essendo rimasto solamente appoggiato in maniera posticcia alla recinzione medesima. Non si è al momento provveduto alla sostituzione dei giochi per bambini, inoltre è stata tolta una fontanella in marmo, senza poi provvedere al suo ricollocamento e ripristino dell’impianto idrico a cui era collegata. Nella pavimentazione del marciapiede nei pressi della rotonda all’ingrasso di ponte Carrara, risulta una non corretta posa dei sampietrini che compongono il piano del marciapiede in questione, comportando pericolo per il passaggio dei pedoni”.

Per ciò che concerne l’area verde di Viale Brenta, dove è stata realizzata la pista ciclabile: “L’ingombro poteva essere organizzato in modo da utilizzare maggiormente il margine, permettendo così di lasciare maggior spazio per il tempo libero e per l’attrezzatura ludica, al momento tolta e non ricollocata. Differentemente nella parte che si trova tra via Lungonera Savoia e via Piave, si è sprovveduto alla lavorazione del terreno con riporto di altra terra, a zolle non compatte”. Tale problematica è riscontrata e segnalata da diversi fruitori della zona, i quali utilizzavano i giardini per trascorrere qualche momento di spensieratezza.

GALLERIA FOTOGRAFICA 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parchi a Terni, segnalazioni ai giardini di Campo Fregoso e viale Brenta: “Bambini e disabili penalizzati”

TerniToday è in caricamento