menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Canile di Colleluna, aperte le buste: per la gestione resta in corsa solo Alis

Aperte le buste per scegliere chi dovrà badare alla stuttura per i prossimi tre anni, bocciata la 'Dog Paradise' per mancanza di alcuni requisiti. Ora tocca alle buste economiche

Per la gestione del canile di Colleluna resta in corsa solo la cooperativa 'Alis'. Sono state aperte le buste, in tutto due. Oltre alla 'Alis' c'era in ballo anche la 'Dog Paradise' che però non è passata alla selezione per la mancanza di alcuni requisiti, a quanto pare, relatvi al fatturato. Negli uffici comunali preposti sono state dunque aperte le buste tecniche, adesso spetterà a quelle economiche con la relativa valutazione della commissione.La gestione del canile di Colleluna stabilita dalla gara europea è apri a tre anni con una base d’asta che era stata revista in 608 mila 826 euro, ma con possibilità di rinnovo per ulteriori ventiquattro mesi (si sale oltre il milione di euro). Il Responsabile unico del procedimento è il dirigente Mauro Manciucca. Ci sono vari obiettivi indicati nella relazione tecnica: si parla di collaborazione tra le associazioni, canile aperto, benessere animale, prevenzione del randagismo, dell’abbandono e del controllo delle nascite, riduzione dei costi, organizzazione del personale e l’istituzione sportello animali. Per quel che concerne il numero delle persone coinvolte si fa riferimento alla necessità di un costante presidio, custodia e controllo durante il corso dell’anno – domeniche e festività comprese – con presenze minima di cinque operai (uno a supporto del veterinario) dalle 7 alle 13 da giugno a settembre, altrettanti dalle 8 alle 14 da ottobre a maggio e ancora cinque dalle 8.30 alle 12.30 nei giorni festivi. A carico dell’amministrazione comunale resteranno le spese per la fornitura idrica, elettrica e gasolio; la manutenzione straordinaria della struttura e l’approvvigionamento dei prodotti alimentari e medicinali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di un’artigiana ternana, dal riciclo del materiale di scarto alla trasformazione in pezzi unici: “Collane, bracciali, orecchini su misura”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento