rotate-mobile
Attualità

“Contenere il fenomeno del randagismo e incentivare le adozioni degli amici a quattro zampe”. Tutte le proposte

Il gruppo consiliare di Alternativa popolare scende in campo con un due atti di indirizzo che verranno esaminati nel corso della seconda commissione consiliare

Due atti di indirizzo, una medesima finalità. Il gruppo consiliare di Alternativa popolare, come già accaduto nelle scorse settimane, torna su un tema piuttosto sentito dai cittadini ossia la tutela degli ‘amici a quattro zampe’. A tal proposito i Consiglieri comunali hanno presentato i due documenti che verranno esaminati nel corso della seconda commissione consiliare, in programma a metà della prossima settimana. Contenere il fenomeno del randagismo e incentivare le adozioni dei cani ospitati presso i canili comunali sono le macro tematiche oggetto degli atti.

Gli esponenti della maggioranza, sul contenimento del fenomeno del randagismo, indicano alcune misure di prevenzione e monitoraggio come l’intensificazione delle verifiche e controlli, tramite marcatura del microchip, anche mediante convenzioni con le guardie zoofile. L’organizzazione di campagne straordinarie di sterilizzazione e chippatura gratuite, oltre all’iscrizione nell’anagrafe canina. Infine l’attuazione e la promozione di interventi mirati al controllo demografico dei cani vaganti e delle colonie feline anche mediante la collaborazione di attività di vigilanza, ad opera delle guardie zoofile. Per contrastare il triste fenomeno dell’abbandono dei cani i consiglieri impegnano sindaco e giunta, compatibilmente con le risorse disponibili, nel rafforzare e promuovere azioni ed interventi di prevenzione, a tutela del benessere degli animali da affezione.

Il gruppo consiliare di Alternativa popolare ha poi focalizzato l’attenzione anche sull’incentivazione delle adozioni, nei canili comunali. All’interno del documento vengono indicate alcune possibili soluzioni per riuscirvi come la calendarizzazione di giornate ‘Open day al canile comunale’ durante le quali sarà possibile conoscere gli amici a quattro zampe ed interagire con i volontari. L’istituzione di una ‘dog card’ che dia diritto a tariffe agevolate nei centri veterinari convenzionati e scontistiche negli esercizi commerciali aderenti. Infine la realizzazione di un progetto che coinvolga gli alunni delle scuole primarie e secondarie e le persone con disabilità, al fine di valorizzare il canile come luogo di integrazione sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Contenere il fenomeno del randagismo e incentivare le adozioni degli amici a quattro zampe”. Tutte le proposte

TerniToday è in caricamento