Caos e traffico post chiusura del viadotto, invasione di mezzi pesanti a Narni (Fotogallery di stamattina)

Focus sulle principali arterie anche a ridosso del centro storico fortunatamente non coinvolto dai problemi generati dalla chiusura del viadotto Montoro

foto traffico

Una nuova mattinata all’insegna del caos (seppur più contenuto rispetto a mercoledì ndr), tra le principali arterie a ridosso del centro storico. Particolarmente critica la dorsale lungo la strada Flaminia, in immissione da e per verso il bivio ‘Tre ponti’ dove il sindaco Francesco De Rebotti, proprio ieri, aveva girato un video per mostrare la situazione. Numerosi i mezzi pesanti che attraversano la zona del narnese con focus sulla strada provinciale, in alcuni momenti si constata una vera e propria invasione. Il primo cittadino dopo aver incontrato i tecnici Anas è impegnato a Roma per proporre gli interventi da realizzare sulla viabilità alternativa al fine di migliorare la situazione di stress che le strade del territorio stanno subendo.

L’intervento dei gruppi consiliari di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Tutti per Narni

In una nota congiunta i gruppi consiliari affermano, in un passaggio come: “La gestione dell’emergenza traffico e dei collegamenti alternativi i quali pur nella massima brevità dei tempi non possono nel contingente riversarsi su una viabilità locale in zona narnese, che non può per problemi infrastrutturali sopportare un simile afflusso di mezzi. Su questi punti non faremo mancare il nostro appoggio e la nostra azione nei rispettivi livelli istituzionali”. Siamo stati stamane in tre punti nevralgici per monitorare il traffico. A Narni scalo la circolazione appare meno problematica rispetto al bivio Tre Ponti e lungo la Flaminia dove le criticità sono evidenti. Di certo iniziare la 'Fase tre' in queste condizioni non è affatto il massimo, tutt'altro...

Giampiero Lattanzi: "Affrontare la gestione del traffico e programmare il futuro prossimo"

“La situazione rispetto a ieri è migliore – afferma Lattanzi - grazie all’intervento di Anas e soprattutto alla chiusura dell’uscita di Orte sull’A1 che ha recepito anche le sollecitazioni dell’amministrazione provinciale, fatte nei primissimi momenti dopo l’insorgenza del problema, per sgravare la viabilità locale. Adesso – sottolinea sempre il presidente della provincia - bisogna pensare da un lato ad affrontare la gestione del traffico sulle nostre strade, dall’altro a programmare per il futuro prossimo, tenendo conto che gli interventi sul viadotto, assolutamente indispensabili, dureranno molto tempo”.

LE FOTO SCATTATE STAMATTINA A NARNI 

Conseguenze anche per il turismo 

Sul tema intervengono tre capigruppo del consiglio comunale. Si tratta di Lucia Dominici (Forza Italia); Michele Rossi (Terni Civica) e Doriana Musacchi (Gruppo Misto). I consiglieri chiedono la convocazione della prima commissione consigliare, alla presenza dei responsabili Anas e dell’assessore regionali ai trasporti Enrico Melasecche e comunale Benedetta Salvati soffermandosi, tra le altre cose, su un punto in particolare:

“La chiusura ha scongiurato il pericolo di crollo e quindi una possibile tragedia ma ne derivano serie problematiche dovute al difficile raggiungimento,  per chi proviene da Roma e da tutto il Sud Italia, di Terni e di altre vaste aree regionali come la Valnerina e lo spoletino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nostra città sarà costretta per mesi a subire una situazione pesantissima nel periodo che coincide con la ripresa post lockdown e con l'avvio della stagione turistica. Questo porterà importanti danni al sistema turistico, produttivo ed economico generale di Terni e dei comuni limitrofi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Apre a Terni: “Il punto vendita di intrattenimento più grande del centro Italia”. Dalle difficoltà del Covid al coraggio di investire

  • Nasce il primo ristorante fantasma in città. L’idea di un giovane ternano: “Voglio contribuire al rilancio del nostro territorio”

  • Ferite al volto e alla testa e una spalla fratturata: anziano aggredito in centro a Terni mentre va a votare

  • Incidente sul raccordo, mezzo pesante si ribalta e viene tamponato: autotrasportatore in rianimazione

  • Turismo, Terni fa il pieno e incassa l’oscar di Volagratis: è la prima tra le dieci mete emergenti del 2020

  • Donna trans accoltellata nella notte in via Battisti. Ricoverata al Santa Maria

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento